Quantcast

Scenari | Ns Partners

L'inflazione inizia a scendere? Il segnale arriva dai trasporti marittimi

«Da Gennaio 2020 i tempi di percorrenza delle tratte Shanghai – Los Angeles sono più che raddoppiati, arrivando a quasi 62 giorni. Invece, i costi di trasporto dei container sono aumentati mediamente di cinque volte, oscillando in un range tra i 10.000 e i 15.000 dollari». Il commento di Giacomo Calef

Inflazione: il focus sui trasporti marittimi

Nell’ultima rilevazione di ottobre, il tasso di inflazione Usa ha messo tutti in guardia, mostrando un +6,2% su base annuale che non si vedeva dal 1990. Il contributo aggregato dei prezzi dell’energia e dei beni legati alle riaperture, in particolare, ha avuto un impatto importante: i prezzi delle auto nuove sono aumentati dell'1,4% il mese scorso, giusto per fare un esempio, vista la carenza globale di semiconduttori che limita le scorte e fa salire i costi. I prezzi dei veicoli usati, invece, sono saliti del 2,5%.

Inoltre, l’aumento repentino della domanda post-lockdown e lo shock che si è prodotto sul lato dell’offerta, per via della scarsità di materiali, ha causato una congestione dei processi produttivi e logistici. «Possiamo analizzare il contesto che si è creato nei porti adiacenti di Los Angeles e Long Beach, in cui giunge il 40% delle importazioni Usa», dice Giacomo Calef, country manager di Ns Partners. «Negli scorsi mesi le aziende hanno effettuato ordini in grandi quantità per rispondere al rimbalzo della domanda, causando un incremento del traffico marittimo. Si osservi, infatti, che da Gennaio 2020 i tempi di percorrenza delle tratte che partono da Shanghai e arrivano a Los Angeles sono più che raddoppiati, arrivando a quasi 62 giorni. Invece, i costi di trasporto dei container sono aumentati mediamente di cinque volte rispetto al periodo pre-pandemico, oscillando in un range tra i 10.000 e i 15.000 dollari. In particolare, un punto su cui porre attenzione riguarda la scarsità di manodopera. L'American Trucking Associations (Ata) stima che negli Stati Uniti manchino 80.000 camionisti, un livello massimo mai raggiunto per l'industria del trasporto merci, con una conseguente pressione al rialzo sui salari».

Secondo il Bureau of Labor and Statistics degli Stati Uniti, la paga mediana per un autista di camion in America è di 47.130 dollari all'anno, ma per attrarre nuova forza lavoro gli operatori di trasporto stanno offrendo anche bonus del 20%. Tuttavia, un indicatore sul settore dei trasporti sta rilevando che, almeno nel breve termine, la fiammata inflazionistica potrebbe attenuarsi. Si tratta del Baltic Dry Index, una misura dei costi dei trasporti marittimi che, a differenza del dato CPI (Consumer Price Index) pubblicato mensilmente dal Bureau of Labor Deparment Usa, mostra i dati in tempo reale. Da inizio anno segna un rialzo importante, ma dal picco toccato lo scorso ottobre è iniziata una netta discesa, da circa 5.550 punti (massimo nel 2021) a circa 2.550.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo