Il direttore generale di Banca IMI, Massimo Mocio, è il nuovo presidente di Assiom Forex

L’Associazione italiana operatori finanziari rinnova i suoi vertici. Nominati nuovo cda, presidente e comitato di presidenza.

Il direttore generale di Banca IMI, Massimo Mocio, è il nuovo presidente di Assiom Forex

Il direttore generale di Banca IMI, Massimo Mocio, è il nuovo presidente di Assiom Forex

Assiom Forex ha un nuovo presidente ed un nuovo consiglio di amministrazione. Il nuovo cda è stato eletto nella giornata del 2 febbraio scorso a conclusione dei lavori del XXV Congresso che si è svolto a Roma. I componenti, nominati domenica appena passata, Massimo Mocio alla presidenza, Roberto Pezzolin quale vicepresidente vicario, Roberto Ferrari (vicepresidente), Marco Bertotti (segretario generale), Luciano Turba (tesoriere) e Marco Malavasi (presidente collegio revisori). Accanto a loro, i nuovi componenti del comitato di presidenza: Mario Erba, Alberto Basadonna, Andrea Torri e Claudia Segre.

Chi è il nuovo presidente dell’associazione? Laureato in Discipline Economiche e Sociali all’università Bocconi di Milano, Massimo Mocio è da gennaio 2018 il direttore generale di Banca IMI, la banca di investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo. Dopo la laurea si è specializzato alla London Business School e nel corso del tempo ha maturato una lunga carriera nel settore bancario in Italia a cominciare dall’esperienza presso l’Istituto bancario San Paolo di Torino, e all’estero a Londra dove diventa responsabile delle attività di capital markets - equity e derivati”. Mocio attualmente è anche consigliere di amministrazione di Borsa Italiana spa (Gruppo LSEG) e Member of the Board di Afme (Association for Financial markets in Europe). 

“L’Associazione che rappresenta gli interessi del mercato inteso come public good da preservare e valorizzare auspica di fornire un contributo importante per diffondere in Italia la cultura finanziaria”, dice  Massimo Mocio a commento della sua nomina alla presidenza di Assiom Forex, “per incidere in modo positivo sulla trasparenza dei mercati finanziari, per promuovere la formazione e la crescita professionale   dei colleghi in modo da contribuire a  porre sempre più la finanza al servizio dell’economia reale in questa fase di grande trasformazione dell’economia e dei mercati”.

L'attività didattica dell'associazione è svolta da 130 docenti associati che hanno contribuito alla formazione di 285 operatori dei mercati finanziari per un totale complessivo di 500 ore di academy di alto profilo. Circa una sessantina i temi di maggiore interesse: dai riflessi dell’armonizzazione europea sulla gestione della liquidità alla disciplina degli abusi di mercato, dal funzionamento del mercato forex e repo alla fiscalità delle attività finanziarie. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo