Quantcast

Ue

Messina: il backstop rete di sicurezza che serve alle banche italiane

Il Ceo di Intesa SanPaolo sottolinea che il Fondo di Risoluzione Unico non è sufficiente a proteggerci da una crisi globale: serve un backstop per dare una rete di sicurezza al sistema

Carlo Messina

Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpalo

Il backstop, la rete di garanzia per il Fondo di Risoluzione Unico che è una delle componenti fondamentali della riforma del Meccanismo Europeo di Stabilità bloccata da molti mesi nell'Eurogruppo, serve alle banche italiane. Lo ha affermato il Ceo di Intesa SanPaolo Carlo Messina, intervenendo in remoto alla quinta conferenza del Single Resolution Board, a Bruxelles. “Il quadro che regola la risoluzione delle banche va completato. Il Fondo di Risoluzione Unico non è sufficiente a proteggerci da una crisi globale: serve un backstop per dare una rete di sicurezza al sistema, come quello proposto dal Meccanismo Europeo di Stabilità. È anche ora di portare a conclusione il progetto dell'Edis” la garanzia comune europea sui depositi, uno dei pilastri mancanti dell'Unione bancaria, ha aggiunto l'amministratore delegato del primo gruppo del credito del Paese. I ministri delle Finanze dell'Eurozona dovrebbero affrontare di nuovo il tema della riforma del Mes nella riunione del prossimo 30 novembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo