Quantcast

Sostegno alle imprese

Banca di Caraglio stanza 5 milioni per l’alluvione nel cuneese

L'aiuto a imprese e famiglie è concesso sotto forma di finanziamenti a tasso zero per i primi 12 mesi, dell'importo massimo di 50.000 euro e della durata massima di 5 anni

Famiglie, impennata della domanda di prestiti a settembre

Lo stanziamento di un plafond straordinario di 5 milioni a favore di imprese e famiglie cuneesi colpite dagli eventi alluvionali dello scorso 2 e 3 ottobre. Lo ha deliberato il Cda della Banca di Caraglio. L'aiuto è concesso sotto forma di finanziamenti a tasso zero per i primi 12 mesi, dell'importo massimo di 50.000 euro e della durata massima di 5 anni, più uno di preammortamento. Dopo i primi 12 mesi il tasso applicato sarà l'Euribor + 1. "Com'è nella tradizione del nostro Istituto abbiamo ritenuto importante intervenire per essere vicini alle realtà colpite da questa ennesima calamità naturale che ha messo a dura prova, ancora una volta, il nostro territorio – ha dichiarato Livio Tomatis, presidente della Banca di Caraglio – Quanto accaduto rischia infatti di compromettere pesantemente il sistema economico e sociale di porzioni già fragili della nostra provincia ed è fondamentale agire con assoluta celerità a sostegno delle attività imprenditoriali e delle famiglie colpite. Ecco, dunque, che la nostra iniziativa vuole essere un primo importante aiuto a favore di chi ha subito seri danni e ha la necessità di rialzarsi quanto prima e ripartire".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo