Quantcast

Sri

Ubs, investimenti sostenibili per 2,8 bilioni di dollari

Nell’ambito delle attività di global wealth management, i Sri sono la scelta preferita della clientela Ubs. Nel terzo trimestre l’utile ante imposte è stato pari a 2,6 miliardi di dollari, +92% su base annua; l’utile ante imposte rettificato ha raggiunto 2,1 miliardi, +41% su base annua

Ubs, secondo trimestre con l'utile netto in crescita (+1)

Sergio Ermotti amministratore delegato di Ubs Banca

Da anni per Ubs la finanza sostenibile è una priorità a livello aziendale. La pandemia contribuisce a migliorare la comprensione da parte del mercato della rilevanza del cambiamento climatico e di alcune problematiche sociali, tra cui i rischi di investimento. L’obiettivo di Ubs è quello di continuare a sostenere i clienti privati e istituzionali nel raggiungimento dei propri obiettivi di investimento attraverso la finanza sostenibile, rendendola una componente fondamentale della strategia di Ubs.

Nel terzo trimestre, in quanto gestore patrimoniale e gestore di investimenti sostenibili leader a livello mondiale, Ubs ha annunciato che gli investimenti sostenibili costituiscono ora la soluzione preferita dall’azienda per i clienti privati che investono su scala globale. Con USD 488 miliardi in asset sostenibili core in gestione, Ubs è il primo grande istituto finanziario globale a formulare questa raccomandazione.

Nel corso del trimestre, Ubs AM ha anche lanciato una nuova gamma di strategie d’investimento che comprendono strumenti azionari e obbligazionari con approccio sia attivo che passivo. Questi sono gli elementi costitutivi di quasi tutti i portafogli. Le strategie si baseranno sull’iniziativa innovativa Climate Aware di Ubs AM, il cui obiettivo è aiutare i clienti a ridurre l’impronta di carbonio dei propri investimenti.

In Svizzera, tutti i fondi della linea Ubs Vitainvest, che includono il 2° e 3° pilastro (rispettivamente previdenza professionale e risparmi previdenziali privati), sono stati ulteriormente sviluppati per rispondere ai severi requisiti Esg definiti da Ubs. Il riposizionamento dei fondi consente ai clienti di abbinare i vantaggi della già nota soluzione di risparmio previdenziale privato Ubs Vitainvest a quelli degli investimenti sostenibili.

I risultati registrati da Ubs nel terzo trimestre 2020 riflettono livelli di attività della clientela costantemente elevati e i benefici derivanti da un modello d’affari adeguatamente diversificato con un’ampia copertura geografica. L’utile ante imposte si è attestato a 2578 milioni di dollari, pari a un incremento del 92% su base annua, o +41% su base rettificata1 pari a 2053 milioni. L’utile netto attribuibile agli azionisti è stato di 2093 milioni e corrisponde a un aumento del 99% su base annua. Il rendimento del capitale CET12 (RoCET1) è stato del 21,9%.

«I risultati registrati nel terzo trimestre confermano che la nostra strategia ci contraddistingue, che continuiamo ad adattarci costantemente e ad accelerare il ritmo del cambiamento. Sono orgoglioso del contributo fornito ogni giorno dai nostri collaboratori nel corso degli anni e lo sono a maggior ragione nell’impegnativo contesto attuale. La nostra capacità di concentrarci sui clienti e di ottenere un risultato finanziario così forte nei primi nove mesi del 2020 parlano da sé. Ubs ha tutte le carte in regola per scrivere un altro capitolo di successi della sua storia sotto la guida di Ralph» ha affermato Sergio P. Ermotti, group chief executive officer.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo