Quantcast

Bankitalia

Visco: la pandemia potrebbe causare qualche vittima fra le banche

Per il governatore della Banca d'Italia la prevedibile crescita dei crediti deteriorati deve spingere le banche a incrementare gli accantonamenti, non nascondendo gli Npl; la crisi potrebbe minacciare la stabilità finanziaria a medio termine

Visco: l'economia rallenta, l'incertezza sul bilancio resta

Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia

"Questo shock senza precedenti della pandemia potrebbe causare qualche vittima fra le banche". Lo ha affermato il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco nel corso di una conferenza organizzata dall'Università Bocconi e da Bankitalia. Per Visco se è vero che le banche "sono entrate nella crisi con una posizione di capitale e di liquidità più forte rispetto a quanto avvenuto con la precedente", e che le autorità di vigilanza hanno preso delle misure come il divieto di dividendi, è anche vero che la prevedibile crescita dei crediti deteriorati deve spingere le banche "a incrementare gli accantonamenti", non nascondendo gli Npl; e che in Europa devono essere varati veicoli appositi per gestire tali crediti e per modificare le norme sul tema. È fondamentale che le autorità di vigilanza e le autorità di regolamentazione "raggiungano un difficile equilibrio tra restrizioni al credito, pratiche di gestione del rischio sicure e lungimiranti", ha aggiunto il numero uno di Via Nazionale, secondo cui la crisi ha già creato alcune "eredità proprie, che potrebbero minacciare la stabilità finanziaria a medio termine", ricordando che le autorità dovranno presto prendere decisioni difficili sull'estensione o eliminazione graduale di alcune misure di sostegno al prestito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo