Quantcast

Risultati

Deutsche Bank, utile nel terzo trimestre a 309 milioni di euro

Nei 9 mesi l’utile è a 435 milioni di euro; nel trimestre il fatturato netto del gruppo è cresciuto del 13% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 5,9 miliardi di euro

Christian Sewing, ad di Deutsche Bank

Christian Sewing, ad di Deutsche Bank

Deutsche Bank ha riportato il suo terzo trimestre redditizio consecutivo, il che crea le condizioni per raggiungere tutti gli obiettivi finanziari e strategici legati al suo piano di trasformazione. La forza operativa della core bank, trainata dalla crescita dei ricavi e dalla continua riduzione dei costi, ha più che compensato l’effetto delle molteplici avversità. Queste includono le perdite sui crediti dovute alla pandemia, i costi di ristrutturazione in corso e le perdite operative previste nella Capital release unit. I livelli di capitale e di liquidità della Deutsche Bank sono rimasti forti e ben al di sopra dei requisiti normativi.

L’utile si è attestato a 309 milioni di euro con un utile prima delle imposte di 482 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto a rispettivamente perdite di 832 milioni di euro e 687 milioni di euro nel 2019.

Nei 9 mesi l’utile è a 435 milioni di euro, l’utile prima delle imposte a 846 milioni di euro, in netto miglioramento rispetto a rispettivamente perdite di 3,8 milioni di euro e 1,3 milioni di euro nel 2019.

Nel trimestre il fatturato netto del Gruppo è cresciuto del 13% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 5,9 miliardi di euro.

I ricavi netti della core bank è in aumento del 9% rispetto all'anno precedente a 6 miliardi di euro. I ricavi netti di Investment Bank pari a 2,4 miliardi di euro, con un incremento del 43%.

La private bank è stabile: la crescita del volume compensa i venti contrari, in particolare i bassi tassi d'interesse. I nuovi crediti netti verso la clientela sono saliti a 9 miliardi di euro e l'afflusso netto di prodotti d'investimento a 12 miliardi di euro.

La corporate bank è in calo del 5. I ricavi netti dell'asset management in aumento del 4% con una raccolta netta di 11 miliardi di euro.

Christian Sewing, amministratore delegato, ha così commentato: "Nel quinto trimestre della nostra trasformazione, non solo abbiamo dimostrato una continua disciplina dei costi, ma anche la nostra capacità di guadagnare quote di mercato. Il nostro modello di business più mirato sta dando i suoi frutti e riteniamo che una parte sostanziale della crescita dei nostri ricavi sia sostenibile. La nostra solidità patrimoniale e l'elevata qualità della gestione del rischio ci consentono sia di supportare i clienti in tempi difficili, sia di sfruttare nuove opportunità di business".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo