InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Risiko

Doris: una fusione tra Banca Generali e Mediobanca avrebbe senso

Per il numero uno di Banca Mediolanum bisognerà prepararsi a nuove aggregazioni che non riguarderanno l'istituto di credito dei Doris

Gli automi di Elettric80 nell'acceleratore di Doris e Elite

Massimo Doris ad Banca Mediolanum

«Se Mediobanca comprasse Banca Generali, l'operazione avrebbe senso da un punto di vista industriale. Banca Mediolanum, invece, procederà da sola. Le aggregazioni saranno necessarie nel settore delle banche tradizionali, meno probabili tra le società di risparmio gestito». Parole e musica di Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum che ha provato a "fare le carte" alle possibili operazioni di interconnessione tra le varie banche, dopo il via libera definitov Intesa-Ubi e i rumors smentiti da Mustier su Unicredit-Mps.

Doris ha anche ammesso di "non avere la più pallida idea di che cosa possa succedere" tra Generali e Mediobanca, ma ha anche ammesso che Piazzetta Cuccia vuole svilupparsi nell'asset management, mentre è fortissima nell'investment banking e nell'erogazione del credito. Obiettivo sarebbe quindi quello di sviluppare in una clientela "affluent". Naturale evoluzione di questa necessità sarebbe la "presa" di Banca Generali che con CheBanca! avrebbe un suo senso dal punto di vista del business industriale. 

Diverso il discorso per Banca Mediolanum, che non ha in programma operazioni straordinarie nell'asset management e che intende crescere solo per via organica. "Non rivediamo la nostra posizione - ha detto Doris - e da soli continuiamo a crescere a ritmo sostenuto. Andiamo bene ance in Spagna e arriveremo in Europa con il Flowe". Tra l'altro, secondo l'ad di Banca Mediolanum tutte le società dell'asset management stanno crescendo rapidamente e non c'è esigenza di operazioni straordinarie. "Con questo non voglio dire che le aggregazioni siano sbagliate - ha concluso - ma non c'è la necessità di farle, come invece avviene nel settore delle banche tradizionali. L'aggregazione tra banche può essere resa necessaria anche dalla nuova normativa sugli Npl che impone sempre di più di spendere soldi in tecnologia per essere compliant. In tutti questi casi, fare economie di scala è spesso una necessità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo