InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Bond

Intesa Sanpaolo emette due nuove obbligazioni in dollari Usa

Il numero di obbligazioni del gruppo bancario quotate direttamente sui mercati e negoziabili sul Mot ed EuroTLX salgono così a quota 54

Covid-19 diffonde il contagio e... i social bond

Segnali della crescente importanza dei bond sociali vengono dalle banche, specialmente da quelle dei Paesi più colpiti dalla pandemia

Dal 16 novembre 2020 sono quotate direttamente sul mercato Mot e su EuroTlx di Borsa Italiana due nuove obbligazioni emesse da Intesa Sanpaolo.

Si tratta di due obbligazioni denominate in dollari Usa: la prima obbligazione, della durata di 10 anni, prevede il pagamento di cedole annuali fisse lorde del 2,10% (ISIN XS2241390983), mentre l’altra, con scadenza Novembre 2027, prevede cedole annuali lorde crescenti dall’1,20% al 2,25% (ISIN XS2241390710).

Grazie a questa emissione Intesa Sanpaolo espande l’offerta di obbligazioni quotate direttamente sui mercati e negoziabili sul MOT ed EuroTLX, che salgono a quota 54 e che possono essere utilizzate per diversificare il proprio portafoglio di investimento, grazie alla possibilità di scegliere tra diverse strutture cedolari e tra 6 diverse valute.

L’obbligazione Tasso Fisso Dollaro USA ha una durata di 10 anni e corrisponde delle cedole annue lorde fisse pari al 2,10%.

L’obbligazione Cedola Crescente Dollaro USA ha una durata di 7 anni e paga delle cedole annue crescenti: nei primi due anni corrisponde una cedola lorda dell’1,20%, il terzo e il quarto anno una cedola lorda dell’1,50%, il quinto e il sesto anno dell’1,90% mentre l’ultimo anno corrisponde una cedola annua lorda del 2,25%.

Le due nuove obbligazioni emesse da Intesa Sanpaolo sono di tipo Senior Unsecured e possono essere acquistate e rivendute al prezzo di mercato sul MOT e su EuroTLX di Borsa Italiana con un taglio minimo pari a 2.000 USD attraverso la propria banca o intermediario/broker di riferimento.

Qualora si intenda investire in Euro, per entrambe le obbligazioni si è esposti al rischio legato all’andamento del tasso di cambio: un deprezzamento del Dollaro Statunitense nei confronti dell’Euro porterebbe ad una diminuzione del rendimento (che potrebbe risultare anche negativo), mentre un apprezzamento del Dollaro genererebbe un rendimento aggiuntivo rispetto al tasso cedolare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo