Quantcast

Risiko bancario

Unicredit-Mps, Sapelli: la concentrazione bancaria porta solo al fallimento delle aziende e al massacro sociale

Per l’economista bisognerebbe sperimentare nuovi modelli e far tornare Mps una banca territoriale, a proprietà locale o magari cooperativa

Jean Pierre Mustier, ad di Unicredit

Jean Pierre Mustier, ad di Unicredit

“La via della concentrazione bancaria porta solo al fallimento delle aziende e al massacro sociale”. Lo ha affermato l'economista Giulio Sapelli, in un’intervista all'Adnkronos, a proposito dell'annuncio che l'amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier, si ritirerà dal ruolo al termine del mandato la prossima primavera. "Finché si rimane imprigionati nella logica dell'incorporazione delle aziende si fanno solo dei danni. Mentre si potrebbe prendere esempio dai francesi e mescolare economia capitalistica ed economia mutualistica. Bisognerebbe sperimentare nuovi modelli e far tornare Mps una banca territoriale, a proprietà locale o magari cooperativa. Non ci sono solo le banche capitalistiche, ma anche quelle territoriali e cooperative. Se si procederà alla fusione fra Unicredit e Mps, si sprecheranno due banche. L'uscita di Mustier era prevedibile dopo l'ingresso dell'ex ministro Padoan nel consiglio di amministrazione. Ho sempre apprezzato lo stile di Mustier, che è stato sempre trasparente con il mercato e chiaro nel non volere fusioni", continua Sapelli, che gli rimprovera però la cessione di Pioneer, "un gioiello. Poteva essere un grande operatore ed è un peccato che sia stato venduto". In ogni caso il manager francese "è l'unico che in questa vicenda fa una bella figura. Chapeau".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo