Quantcast

Banche

Federcasse: bene decisione Eba di prorogare la moratoria dei crediti

Per il presidente Augusto dell'Erba, la riattivazione delle linee guida sulla moratoria dei crediti permette di evitare una riduzione della capacità di erogazione delle banche

Federcasse, una web-serie per spiegare l’economia finanziaria

Augusto dell'Erba, presidente di Federcasse

Soddisfazione di Federcasse per la decisione assunta dall'Autorità bancaria europea (Eba) di riattivare, a causa della pandemia, e fino al prossimo 31 marzo, le linee guida sulla moratoria dei crediti. "È questa una misura che avevamo chiesto fin da metà settembre - dice il presidente di Federcasse Augusto dell'Erba - per evitare una riduzione della capacità delle banche di erogare credito. La decisione dell'Eba potrà consentire anche di rivedere, se opportuno, le esposizioni che nel frattempo hanno potuto subire un trattamento penalizzante a seguito della sospensione. Questo può certamente favorire il mantenimento di un adeguato flusso di finanziamenti all'economia reale e contribuire a superare questa delicatissima fase recessiva causata dalla pandemia".

Federcasse ha anche comunicato i dati dei prestiti garantiti e delle moratorie veicolati dal sistema delle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen italiane a tutto il mese di novembre. Alla fine dello scorso mese, le 250 BCC italiane - organizzate nei due Gruppi Bancari Cooperativi Iccrea e Cassa Centrale Banca e, in Alto Adige, attorno alla Federazione Raiffeisen – avevano complessivamente trasmesso al Fondo di Garanzia delle Pmi 183 mila richieste di garanzia a valere sulle misure del Dl Liquidità. Si tratta del 12,98% del totale delle pratiche inviate al Fondo, secondo dati forniti dal Medio Credito Centrale. L'importo complessivo dei finanziamenti del Credito Cooperativo e assistiti dalle garanzie statali ha superato gli 11,8 miliardi, il 10,65% del totale. Delle complessive 183 mila richieste, oltre 148 mila hanno riguardato pratiche relative ai prestiti fino a 30 mila euro, per un importo complessivo di poco inferiore ai 3 miliardi. Il Credito Cooperativo rappresenta, su questa misura, il 14,78% del totale delle pratiche trasmesse e il 15,14% del totale degli importi finanziati. La quota delle BCC nel mercato complessivo degli impieghi a clientela è del 7,5%. Per quanto riguarda le moratorie, sempre alla fine di novembre erano circa 342 mila le pratiche deliberate dalle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali e Casse Raiffeisen e già operative per un importo complessivo di 41 miliardi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo