Quantcast

Avvera: raggiunto 1 miliardo di total business nel primo anno di attività

La società del gruppo Credem attiva nei mutui e credito al consumo dall’avvio dell’operatività avvenuta a luglio 2019 ha inoltre sottoscritto due importanti accordi di distribuzione di prestiti personali con banche partner e raggiunto quota 458 professionisti

Avvera: raggiunto 1 miliardo di total business nel primo anno di attività

Lorenzo Montanari, amministratore delegato e direttore generale di Avvera

Un miliardo di euro di total business, una rete di professionisti composta da 458 persone tra agenti e collaboratori e due importanti partnership di distribuzione sottoscritte. Sono questi i principali risultati raggiunti da Avvera, società del gruppo Credem specializzata nei mutui e nel credito al consumo per i privati guidata dall’amministratore delegato e direttore generale Lorenzo Montanari, in poco più di un anno dall’avvio dell’operatività avvenuta a luglio 2019.

Avvera, in particolare, ha un modello di business multi-prodotto (eroga prestiti personali, prestiti con cessione del quinto dello stipendio e della pensione, prestiti finalizzati e mutui per la casa) e multicanale (opera con tre reti di agenti finanziari in esclusiva e collaboratori, ciascuna dedicata ad una delle linee di business, oltre ad una struttura specializzata per le partnership con banche partner). Più in dettaglio l’area dedicata ai prestiti finalizzati (automotive, arredamento e servizi) sarà pienamente operativa da gennaio 2021.

La società punta a crescere ulteriormente nel prossimo triennio con l’obiettivo di raggiungere, nel 2023, 1,4 miliardi di euro di total business con una forte sviluppo della componente prestiti personali e prestiti finalizzati. Proseguirà inoltre la crescita della rete degli agenti finanziari che raggiungeranno quota 500 professionisti entro il primo semestre del 2021.

Uno dei pilastri della strategia di Avvera è rappresentato dagli accordi di distribuzione con banche partner, per cui Avvera svolge il ruolo di fabbrica prodotto per i prestiti personali e prestiti con cessione del quinto dello stipendio o della pensione. In particolare, sono state già sottoscritte due importanti partnership con Banca del Piemonte e Cassa di Risparmio di Cento per un totale di circa 90 sportelli che distribuiscono i finanziamenti erogati da Avvera. L’obiettivo è proseguire in tale strategia e sottoscrivere nuovi accordi che potenzino la forza distributiva della società.

Sempre significative anche le sinergie tra Avvera e le filiali della capogruppo Credem. In particolare, la società eroga i finanziamenti con cessione del quinto per le filiali della banca ed entro il 2022 sarà completato anche il progetto per i prestiti personali sul segmento dei nuovi clienti che saranno erogati da Avvera attraverso gli oltre 400 sportelli Credem. Entro il 2023 sarà completato l’intero modello di offerta che prevede l’erogazione da parte di Avvera sul segmento dei clienti captive del gruppo bancario.

Le persone e la loro crescita rappresentano un ulteriore caposaldo della strategia di Avvera. Dall’avvio del progetto di lancio della nuova società, infatti, sono state inserite oltre 60 persone per la maggior parte professionalità provenienti da aziende del mercato del credito al consumo. Anche nel 2021 proseguirà la ricerca e l’ingresso di persone e competenze che possano supportare Avvera nel completamento del percorso intrapreso.

Sono stati inoltre sostenuti significativi investimenti in tecnologia e, più in dettaglio, durante il primo periodo di lockdown sono stati attivati in tre settimane numerosi nuovi processi digitali che permettono ai clienti di poter concludere in completa autonomia e a distanza un’operazione di prestito personale, cessione del quinto e mutuo. Ad oggi oltre il 30% delle operazioni di Avvera sono concluse attraverso modalità digitali che nella prima parte del 2021 saranno messe a disposizione anche delle banche partner. Parallelamente la società ha avviato un percorso per la realizzazione di un prodotto di prestito personale completamente digitale che integrerà le opportunità derivanti dalla normativa PSD2 in materia di dati. L’obiettivo è finalizzare il progetto entro 12/18 mesi grazie alla collaborazione con importanti partner come Accenture, Quid e Experian.

“Il progetto procede secondo gli step di crescita previsti nonostante il non facile scenario pandemico che ha reso ulteriormente impegnative le attività”, ha dichiarato Lorenzo Montanari, amministratore delegato e direttore generale di Avvera. “Sono fiducioso che nel 2020 raggiungeremo tutti i target previsti sia economici, sia commerciali”, ha proseguito Montanari, “pronti per affrontare la sfida del 2021 che si preannuncia molto impegnativa. Per noi sarà un anno di ulteriori investimenti nel percorso di crescita che dovrà portarci a diventare una società moderna, multicanale e digitale”, ha aggiunto Montanari, “diventando così un punto di riferimento nel mercato dei crediti alle famiglie. Colgo inoltre l’occasione per ringraziare tutti i nostri dipendenti, agenti e collaboratori che ogni giorno contribuiscono allo sviluppo e al miglioramento di Avvera”, ha concluso Montanari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo