Quantcast

Npl

Dombrovskis: banche, evitare un accumulo di crediti deteriorati nei bilanci

Per il vicepresidente esecutivo della Commissione Europea l’imperativo categorico è mantenere il credito bancario all'economia, per sostenere la ripresa

Ue: Pil dell'Italia in calo dell'11,2%, peggiore crollo in Europa

Valdis Dombrovskis, vicepresidente esecutivo della Commissione europea

Il sistema bancario europeo deve evitare un "accumulo" dei crediti deteriorati nei bilanci, perché potrebbe causare, come è avvenuto nel recente passato, una "stretta creditizia", che ostacolerebbe la ripresa economica una volta che la pandemia di Covid-19 sarà superata. Lo sottolinea il vicepresidente esecutivo della Commissione Europea Valdis Dombrovskis, presentando in conferenza stampa a Bruxelles la strategia Ue per prevenire l'accumulo di crediti deteriorati nei bilanci bancari. "Ora che abbiamo una seconda ondata della pandemia è vitale mantenere il credito bancario all'economia, per sostenere la ripresa. L'Europa è ancora in uno stato di choc economico e dobbiamo continuare a fornire credito alle famiglie e alle imprese di ogni dimensione. Quando la pandemia ha colpito le banche erano in posizioni migliori rispetto al passato, meglio capitalizzate e più resilienti sul piano della liquidità, grazie al duro lavoro e alle riforme che sono state attuate dalla crisi finanziaria del 2008".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo