Quantcast

Banche

Mps: Sileoni, il piano industriale è solo il primo tempo di una partita più complessa

Per il segretario generale della Fabi, non è ancora identificabile il numero delle assunzioni che comunque non potrà essere inferiore al 50% del totale delle uscite

Fabi, appello alla LagardeNo a regole su crediti malati

Lando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi

«Mentre gli esuberi sono numericamente identificati, tutti da gestire con pensionamenti e prepensionamenti volontari, come accaduto in tutti i piani industriali dei principali gruppi bancari italiani, non è ancora identificabile il numero delle assunzioni che comunque non potrà essere inferiore al 50% del totale delle uscite. L’argomento sarà oggetto di trattativa sindacale». Lo ha affermato il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni a proposito di Mps. «Il piano industriale di Mps presentato oggi rappresenta, in ogni caso, soltanto il primo tempo di una partita molto più complessa nella quale incideranno la voglia, l’intenzione e la determinazione delle “parti interessate” rispetto alle decisioni già prese della Banca centrale europea e della Commissione europea. Pertanto, la politica, nei territori di appartenenza, dovrebbe chiarire qual è il suo pensiero rispetto al prossimo futuro del Montepaschi e dovrebbe chiarire anche le iniziative concrete che vorrà adottare sia rispetto a una eventuale integrazione sia rispetto ad altre possibili soluzioni» ha aggiunto Sileoni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo