Quantcast

Beni rifugio

I più interessati a investire in oro? I millennials

Secondo il World Gold Council le scelte più frequenti ricadono su lingotti, gioielli in oro fino ed etf

Oro, mai viste così tante acquisizioni e fusioni

Gli italiani investono una quota significativa del loro reddito (circa il 29%), un dato superiore a quello degli investitori di altri mercati occidentali. Una parte consistente verrebbe utilizzata per investire in oro, secondo i dati raccolti tra giugno e luglio 2021, dal World Gold Council (Wgc), l’associazione industriale delle aziende minerarie aurifere.

Entrando nel dettaglio, l’oro rappresenta uno dei prodotti più popolari insieme alle assicurazioni sulla vita e ai risparmi sui conti correnti.  Il 39% degli intervistati da Wgc ha dichiarato di aver investito nel metallo giallo nel periodo di riferimento.

Chi sceglie l’oro e in quali forme

L’oro si conferma il terzo prodotto più acquistato nei 12 mesi precedenti la ricerca: le modalità preferite vedono al primo posto i lingotti (19%), seguiti dai gioielli in oro fino (18%) e dagli etf con l'oro come sottostante (15%). 

Un po’ a sorpresa la ricerca rivela come la fascia demografica più incline a investire in oro sia rappresentata dai millennials.

Su un panel di 1.000 persone intervistate di età compresa tra i 18 e i 65 anni, che avevano effettuato almeno un investimento nei 12 mesi precedenti, è emerso che i millennials (fascia di età tra i 25 e i 40 anni) avevano una maggiore propensione per l'oro rispetto agli altri target. Infatti, oltre il 50% dei millennials intervistati possiede oro nel proprio portafoglio e quasi la metà (49%) lo ha acquistato nell'anno precedente la ricerca. 

Per contro, gli investitori tra i 55 e i 65 anni, sono il gruppo meno interessato a questa asset class ( scelta solo dal 20% nel periodo considerato dalla ricerca).

Perché investire vs non investire

Il 40% degli intervistati considera l’oro un bene per la protezione del patrimonio, mentre un ulteriore 30% lo considera un mezzo per generare buoni rendimenti nel lungo periodo.  La funzione di protezione della ricchezza è particolarmente riconosciuta da coloro che investono in lingotti e monete d'oro (50%). Il 40% degli investitori ha acquistato oro come strumento per ridurre o diluire il rischio.

Nonostante un forte interesse, molti investitori però lamentano alcuni ostacoli che possono scoraggiarne la scelta. Quasi la metà (49%) degli investitori retail che non hanno mai comprato oro indicano la mancanza di fiducia come una barriera all'investimento.  Infatti, il 22% di coloro che stanno considerando di investire in oro per la prima volta sono preoccupati di imbattersi in oro contraffatto, mentre il 18% afferma di non fidarsi dei rivenditori. Anche le difficoltà legate alla custodia possono scoraggiare questo tipo di investimento: circa il 30% di coloro che stanno considerando di investire in oro si dice preoccupato per la sicurezza dei mezzi di custodia e quasi il 25% afferma che il costo di questi servizi sarebbe proibitivo.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo