Borse, l'Europa chiude in calo nonostante la Fed

L'autorità monetaria americana annuncia acquisti illimitati a sostegno delle imprese. Ma l'annuncio non convince i mercati che chiudono tutti in rosso. Spread stabile intorno a quota 200

borsa

Una giornata partita malissimo (i future su Piazza Affari erano di -6%) si conclude tutto sommato con danni limitati. Milano chiiude a 1,09%, frutto dell'annuncio della Fed di un programma di Qe sostanzialmente illimitato per supportare i conti e le imprese. Anche le altre piazze europee chiudono in territorio negativo, segno evidente che in questo momento di grande confusione sul "dopo" Coronavirus non ci sono bacchette magiche che tengano. Francoforte lascia sul campo oltre il 2%, Parigi e Madrid più del 3%, Londra il 3,79%. Il Dow Jones apre in territorio negativo e non si riprende: a metà mattina perde oltre l'1%.

Lo spread tra bund e btp si mantiene su livelli "accettabili": intorno ai 200 punti di base, con il decennale italiano che rende poco più dell'1,5%. Vedremo, l'Oms dichiara che la pandemia sta accelerando, non proprio la notizia che aspettavamo. Per il momento, tocca esultare anche per le piccole conquiste, come un titolo di stato che rimane in territorio sostenibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo