Quantcast

Borsa

Atlantia: Opa di Benetton e Blackstone

L’operazione è finalizzata ad acquisire la totalità delle azioni ordinarie in circolazione al prezzo di 23 euro per azione.

Atlantia, i consumatori danno i trenta giorni a governo e azienda

La holding della famiglia Benetton Edizione e il fondo Blackstone hanno annunciato ieri, giovedì 14 aprile, prima dell’apertura dei mercati, un’offerta pubblica di acquisto (opa) totalitaria su Atlantia ad un prezzo di 23 euro per azione più un dividendo di 0,74 euro ad azione.

Nel concreto si tratta di un’opa difensiva: l’obiettivo è blindare il controllo del gruppo aeroportuale e autostradale togliendo il titolo dalla Borsa, dopo che l’imprenditore spagnolo e presidente di Acs Florentino Perez (già socio dei Benetton in Abertis) ha lanciato una cordata insieme ai fondi Gip (Global infrastructure partners) e Brookfield per acquisire una quota di Atlantia che si appresta il 5 maggio a incassare 8 miliardi di denaro pubblico per la cessione dell’88% di Autostrade per l’Italia a Cassa depositi e prestiti affiancata dallo stesso Blackstone e da Macquarie.

Dopo l’annuncio il titolo Atlantia si è progressivamente allineato in Borsa al prezzo dell’opa, raggiungendo i 22,97 euro. Su questo livello gli analisti adeguano i target price, convinti che non ci sia spazio per un’offerta ostile.

"Sotto il controllo dell'offerente e come società non quotata, caratterizzata da una maggiore flessibilità operativa e organizzativa, nonché dalla possibilità di accedere a fonti di capitale a lungo termine più ampie e dotate di maggiore flessibilità, Atlantia – si legge in una nota - sarà in grado di accelerare la sua strategia di investimento e di creazione di valore". Inoltre, "l'offerente è impegnato nel supportare l'emittente nel raggiungimento della sua ambiziosa strategia esg e di innovazione tecnologia già annunciata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo