Quantcast

Nuove emissioni

Il ritorno del BTP Italia

Parte la diciassettesima emissione del titolo con scadenza 28 giugno 2030. Il tasso minimo garantito è all'1,6%, quello definitivo sarà stabilito nella mattinata del 23 giugno. Una novità di questa edizione è il doppio premio fedeltà, ereditato dal Btp Futura.

I motivi del record dell'emissione del nuovo Btp a 30 anni

E’ partito questa mattina il collocamento del nuovo Btp Italia.

Si tratta della prima fase del periodo di collocamento, quella dedicata a risparmiatori individuali che prevede una durata da lunedì 20 giugno fino a mercoledì 22 giugno 2022, salvo chiusura anticipata.

Una volta chiusa la prima fase, ci sarà la seconda, dedicata agli investitori istituzionali, che avrà luogo nella giornata di giovedì 23 giugno dalle ore 10 alle 12.

L'emissione del nuovo Btp Italia avviene sul Mot (il Mercato Telematico delle Obbligazioni e Titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso Intesa Sanpaolo e Unicredit. La data di regolamento di tutti gli ordini di acquisto eseguiti è unica e coincide con quella di godimento.

In questa fase, a prescindere dal canale utilizzato, non si pagano commissioni per la sottoscrizione: l'esborso quindi è pari a 100 per ogni titolo. L'importo minimo è di mille euro.

Una volta chiusa la fase di collocamento, il Btp Italia sarà quotato sul Mot e scambiato quotidianamente.

Il titolo, con godimento 28 giugno 2022 e scadenza 28 giugno 2030, è un Btp indicizzato al tasso di inflazione italiana (Indice Foi, senza tabacchi - Indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, al netto dei tabacchi), con cedole corrisposte ogni 6 mesi insieme alla rivalutazione del capitale per effetto dell'inflazione dello stesso semestre. La tassazione, come per tutti i titoli di Stato, è al 12,5 per cento.

Il tasso cedolare (reale) annuo minimo garantito è stato fissato all'1,60%. Il tasso definitivo, ha specificato il Mef, sarà invece stabilito con successiva comunicazione all'apertura della quarta giornata di emissione, nella mattinata di giovedì 23 giugno e potrà essere confermato o rivisto al rialzo rispetto a quello comunicato alla fine della scorsa settimana.

Per coloro che sottoscriveranno il titolo in questa fase e lo deterranno fino a scadenza, quindi per l'intera durata degli 8 anni, è previsto un premio fedeltà complessivo pari all'1% del capitale investito. In particolare, agli investitori retail che acquistano il titolo durante la prima fase del periodo di collocamento e lo detengono fino al termine dei primi quattro anni (28 giugno 2026), il Mef corrisponderà un premio fedeltà intermedio pari allo 0,4% del capitale nominale acquistato non rivalutato. Dopo i successivi quattro anni, alla scadenza del titolo (28 giugno 2030), agli investitori retail che hanno continuato a detenere il titolo dall'emissione fino alla scadenza, sarà corrisposto un premio finale pari allo 0,6% del capitale nominale sottoscritto non rivalutato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo