Quantcast

Politica monetaria

La Fed alza i tassi di 75 punti al 2,25-2,50%

Rispettate le attese e ribadita la validità del doppio mandato di raggiungere la massima occupazione e un'inflazione del 2% nel lungo periodo

"Nessuna sorpresa se la Fed tornasse ad aumentare i tassi d'interesse"

La Fed nella serata di ieri non ha deluso le attese annunciando un nuovo maxi aumento dei tassi di interesse di 75 punti base.

Secondo quando riportato da Teleborsa, solo una piccola frangia infatti dava per scontato un aumento più netto di 100 punti base.

Il Federal Open Market Comittee ha deciso di aumentare l'intervallo obiettivo per il tasso sui Fed Funds al 2,25-2,5%, con un aumento di 75 punti rispetto al range precedente.

Nel valutare l'appropriatezza della politica monetaria, il Comitato "continuerà a monitorare le implicazioni" sulle prospettive economiche e si dice "disposto ad adeguare opportunamente l'orientamento della politica monetaria qualora emergessero rischi che potrebbero impedire il raggiungimento degli obiettivi".

Le valutazioni del Comitato, che ha anche confermato che continuerà a ridurre gli asset in portafoglio (titoli e titoli garantiti da ipoteche) come pianificato a maggio, terranno conto di un'ampia gamma di informazioni, comprese le letture sulla salute pubblica, le condizioni del mercato del lavoro, le pressioni inflazionistiche e le aspettative di inflazione e gli sviluppi finanziari e internazionali.

Il Fomc ha ribadito inoltre la validità del suo doppio mandato di raggiungere la massima occupazione ed un'inflazione sul target del 2% nel lungo periodo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo