Quantcast

Scenari/Comgest

Innovazione e beni di consumo: driver della crescita cinese a lungo termine

“Con i progressi incoraggianti compiuti nella riduzione della leva finanziaria del sistema del debito cinese nel 2021, il governo ha spazio per essere più accomodante nel 2022”. L'analisi a cura di David Raper, gestore del fondo Comgest Growth China

Cina

 “Il conflitto Ucraina/Russia ha portato tanta turbolenza in Cina quanto nel resto del mondo, sollevando domande sulla possibilità che la relazione Cina/Usa si deteriori ulteriormente. Inoltre, la variante omicron si è diffusa in diverse regioni. Mentre il governo cinese si aggrappa alla sua politica zero-Covid, la maggior parte delle città sta continuando a imporre rigidi lockdown per limitare l’insorgenza di nuovi casi locali”.

A tracciare il quadro della situazione nel Paese è David Raper, gestore del fondo Comgest Growth China ( foto sotto) .

“L'impatto sull'economia ha iniziato ad emergere, soprattutto con il più recente lockdown a Shanghai, iniziato a fine marzo e ancora in corso. A più lungo termine, le restrizioni causate dal Covid-19 potrebbero pesare sull'obiettivo di crescita del Pil del 5,5% fissato per quest'anno.

Continuiamo ad osservare un allentamento delle pressioni sul settore immobiliare in tutta la Cina e una discreta crescita del credito, anche se la maggior parte delle misure rimangono blande e semplicemente di supporto anziché fornire un forte stimolo. Per raggiungere l'obiettivo del Pil, sono necessarie ulteriori misure di stimolo dalle politiche monetarie e fiscali. Con i progressi incoraggianti compiuti nella riduzione della leva finanziaria del sistema del debito cinese nel 2021, il governo ha spazio per essere più accomodante nel 2022.

Con la correzione generalizzata del mercato, i titoli che hanno dimostrato resilienza sono diventati i principali contributori positivi in termini relativi. Samsonite ha contribuito alla performance del fondo in questo trimestre perché ha continuato a gestire bene il suo business e ha visto una generazione di cassa positiva con il ritorno ai viaggi globali. L'azienda è ben posizionata per la riapertura della Cina. Anche Vipshop ha registrato un inizio costante per il 2022. La crescita delle vendite di gennaio e febbraio è stata piatta, mentre il management si è concentrato sulle iniziative di controllo dei costi. Di conseguenza, il titolo ha goduto di un recupero nella valutazione di mercato. Autohome prevede una graduale ripresa delle sue entrate con la costante ripresa del mercato dell'auto nel 2022. L'azienda sta anche anticipando impatti positivi dal crescente numero di clienti di veicoli elettrici e dal mercato delle auto usate.

Prevedendo una ripresa più forte dei viaggi tra paesi, abbiamo rafforzato le nostre posizioni in Samsonite e Trip.com, che hanno entrambi un'elevata esposizione internazionale ai viaggi”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo