Quantcast
InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

Mercati

Anwar (Investing.com): “Una volta inclusa nell’S&P500, Tesla poterebbe subire una correzione del 20-30%”

Il valore di mercato della società di Elon Musk è quasi dieci volte superiore a quello di General Motors, che però possiede una quota di mercato e una redditività decisamente superiori

Anwar (Investing.com): “Una volta inclusa nell’S&P500, Tesla poterebbe subire una correzione del 20-30%”

Haris Anwar, senior analyst di Investing.com

A pochi giorni dall'ingresso di Tesla nell’indice S&P500 (previsto per il 21 dicembre), JP Morgan ha lanciato un affondo. Per la banca americana le azioni dell’azienda di Palo Alto sono drammaticamente sopravvalutate e, “gli investitori che prevedono di aumentare le loro posizioni nella società prima della sua imminente incorporazione nell'S&P500 non dovrebbero farlo”. Anche Bloomberg si è allineato a JP Morgan stimando un calo di quasi il 40% delle azioni – che oggi valgono poco meno di 640 dollari - nei prossimi dodici mesi. Non altrettanto tranciante è stato il giudizio degli analisti su Airbnb, approdata trionfalmente al Nasdaq nei giorni scorsi come campione della sharing economy e ottenendo una capitalizzazione di 100 miliardi contro una valutazione di solo 18 miliardi fatta in aprile.

Sempre riguardo Tesla, mentre Morgan Stanley assegnava un target price di 540 dollari, che rappresenta una riduzione di oltre il 32% sulle attuali quotazioni, per i prossimi dodici mesi, Goldman Sachs all’inizio di dicembre cambiava da “neutral” a “buy” la sua raccomandazione alzando il target addirittura a 780, con un potenziale di rialzo del titolo di oltre il 37 per cento. Inoltre, se un mese fa solo il 27% degli analisti consultati da Bloomberg raccomandava l'acquisto di azioni Tesla, mentre il 37,8% raccomandava di mantenerle e il 35,1% di venderle, oggi è il 35,9% del campione a consigliare l’acquisto, con il 30,8% che consiglia di mantenerle e il 33,3% di venderle.

Non c’è dubbio che Elon Musk, in assoluto il più eclettico e futuribile imprenditore della West Coast, divide il mercato. Ed è difficile prevedere che cosa accadrà al titolo dopo l’ingresso nell’S&P500. Secondo Haris Anwar, senior analyst di Investing.com, Tesla si sta muovendo in maniera intelligente raccogliendo liquidità attraverso la vendita di azioni (il 9 dicembre ha fatto un aumento di capitale da 5 miliardi di dollari, ndr), a seguito di un massiccio aumento del valore azionario del titolo. “Il produttore di veicoli elettrici vuole assicurare gli investitori che può disporre di una liquidità sufficiente per favorire una crescita che probabilmente le sole risorse della società non potrebbero finanziare”, spiega Anwar. Che aggiunge: “Tuttavia il futuro delle azioni Tesla nel lungo periodo è caratterizzato da meno certezza”. Come spiega lo strategist, infatti, il valore di mercato di Tesla, che nei giorni scorsi ha toccato i 608 miliardi di dollari, è quasi dieci volte superiore a quello di General Motors, che possiede una quota di mercato e una redditività decisamente superiori. “Questi paragoni non giustificano però l’attuale prezzo azionario che, a nostro avviso, si trova in territorio di rischio bolla in seguito alle performance al rialzo riportate quest’anno, e che potrebbe essere soggetto a una correzione tra il 20 e il 30% una volta che la società sarà inclusa nell’indice S&P500”, conclude Anwar.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo