Quantcast

Certificati

Da Societe Generale un certificato Equity protection autocallable

Consente di prendere posizione su tre titoli blue-chip quotati su Borsa Italiana prevedendo meccanismi di liquidazione anticipata condizionata e protezione del 100% del valore nominale a scadenza

Societe Generale, nuovi certificati settoriali a leva fissa su azioni

Per rispondere alla crescente attenzione degli investitori verso i prodotti a capitale protetto, Societe Generale ha ideato un nuovo certificato che consente di prendere posizione su tre titoli blue-chip quotati su Borsa Italiana prevedendo meccanismi di liquidazione anticipata condizionata e protezione del 100% del valore nominale a scadenza (5 anni).

I certificati Equity protection autocallable worst-of con full upside su UniCredit, Stellantis e Enel sono in collocamento sul mercato primario fino al 29 luglio 2022 presso diversi intermediari collocatori e saranno successivamente negoziati sul mercato secondario di Euro Tlx.

Questi certificati offrono la possibilità di una liquidazione anticipata automatica al termine di ciascun anno con il pagamento di un premio lordo condizionato del 5% e a scadenza consentono di partecipare alla performance equipesata del paniere di tre titoli (UniCredit, Stellantis e Enel), con un importo minimo di liquidazione pari al 125% del valore nominale.

Questi certificati sono - secondo la classificazione Acepi - a capitale protetto ovvero, consentono di beneficiare della struttura tipica dei certificati Equity protection che prevede la protezione a scadenza del 100% del valore nominale.

Nello specifico, questi certificati prevedono:

-             la possibilità di una liquidazione anticipata automatica su base annua a partire dal primo anno, per un importo di liquidazione pari al 100% del valore nominale (100 euro) maggiorato di un premio lordo del 5% del valore nominale (5 euro) moltiplicato per il numero di anni trascorsi dalla data di emissione del prodotto, se il livello peggiore  alla relativa data di valutazione annua risulta pari o superiore alla barriera di liquidazione anticipata fissata al 100%. In caso contrario, l’investimento non viene liquidato anticipatamente (si rinvia alla data di valutazione successiva) e non paga alcun premio;

-             qualora il certificato non sia stato liquidato anticipatamente, un importo di liquidazione a scadenza pari al 100% del valore nominale (100 euro) maggiorato di un importo lordo pari al massimo tra un premio lordo del 5% del valore nominale (5 euo) moltiplicato per il numero di anni trascorsi dalla data di emissione del prodotto e la performance finale equiponderata  (moltiplicata per il valore nominale), se il livello peggiore finale  risulta pari o superiore alla barriera finale fissata al 100%. Se invece il livello peggiore finale risulta inferiore a tale barriera, l’investimento corrisponderà il 100% del valore nominale (100 euro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo