Quantcast

Gestioni passive

L’Etf sull’uranio di HANetf supera i 10 mln di aum

Quotato sulle principali Borse europe lo scorso maggio, attraverso l'indice North Shore Sprott Uranium Miners, offre agli investitori un'esposizione alle società coinvolte nel settore dell’estrazione, ricerca, sviluppo e produzione

Hector McNeil, co-ceo di HANetf

Hector McNeil, co-ceo di HANetf

L’Etf sulle società minerarie di uranio lanciato da HANetf ha superato il traguardo dei 10 milioni di dollari di masse in gestione (aum).

Lo Sprott Uranium Miners ucits etf (U308) è stato quotato sulle principali Borse europe lo scorso maggio e, attraverso l'indice North Shore Sprott Uranium Miners, offre agli investitori un'esposizione alle società coinvolte nel settore dell’estrazione, ricerca, sviluppo e produzione dell’uranio, ma anche realtà che detengono uranio fisico, royalty o altre attività non minerarie connesse.

U308 è stato lanciato in collaborazione con Sprott Asset Management, azienda leader nel settore dell'uranio che gestisce anche un Etf gemello quotato negli Stati Uniti, che vanta asset under management per circa 700 milioni di dollari e un Trust sull'uranio fisico con quasi 3 miliardi di dollari di aum.

Hector McNeil, co-ceo e co-fondatore di HANetf, ha così commentato: "Abbiamo assistito a coraggiosi impegni governativi per limitare l'aumento della temperatura globale a 1,5°C, ma ciò richiederà una rivoluzione nel modo in cui generiamo la nostra energia. Mentre l'eolico e il solare hanno fatto passi da gigante e saranno elementi fondamentali della futura generazione di elettricità, sta diventando chiaro che anche l’energia ricavata dal nucleare è una soluzione fondamentale nel processo. Gli investitori lo stanno chiaramente riconoscendo e investono di conseguenza. Noi di HANetf siamo orgogliosi di portare sul mercato europeo fondi che forniscono soluzioni per un mondo più pulito ed ecologico".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo