L’Ai sbarca a Basiglio

L’amministratore delegato di Banca Mediolanum Massimo Doris si affida all’intelligenza artificiale della belga Yields.io per la piattaforma di model risk managment

Massimo Doris ad Mediolanum

Massimo Doris, ad Banca Mediolanum

30|01|2019

Prosegue l’avanzata del Fintech tra i colossi nazionali del risparmio gestito. Banca Mediolanum affida all’intelligenza artificiale una parte rilevante della proprie attività: la gestione del rischio.

E’ l’amministratore delegato Massimo Doris ad annunciare l’ingresso in Mediolanum di una piattaforma di model risk management firmata da Yields.io, start-up belga. “La nostra”, dichiara l’ad dell’istituto di Basiglio, “è una delle prime banche italiane ad utilizzare una delle piattaforma Fintech applicate all’ambito regolatorio, che utilizza il machine learning e l'intelligenza artificiale per la verifica e la convalida dei modelli di risk management”.

A spingere Banca Mediolanum verso l’adozione di un sistema di automazione basato su machine learning è la normativa Ifrs9 in materia di principi contabili che dal 1 gennaio 2018 richiede anche per gli istituti con modelli interni di risk non validati, l’adozione di un framework di “model validation” e “model governance”.

La piattaforma costruita da Yields.io applica criteri statistici e matematici alla gestione dell’intero ciclo di vita dei modelli di rischio, dalla validazione dei dati, alla misurazione della performance e del benchmarking. In previsione è Mediolanum prevede la sua estensione “a tutti i modelli attualmente in uso dalla banca, dal rischio di credito ai rischi di mercato e liquidità”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo