Quantcast

Fondi

Union Bancaire Privée: primo closing di Ubp Private debt fund III

La raccolta ha superato i 110 milioni di euro. Il portafoglio si concentra sulle opportunità legate al real estate, con un focus particolare sui settori di finanziamento

Union Bancaire Privée: primo closing di Ubp Private debt fund III

Nicolas Faller, co-Ceo Asset Management di Ubp

Union Bancaire Privée, Ubp SA (Ubp) annuncia il primo closing del fondo Ubp Private debt fund III, che ha raccolto oltre 110 milioni di euro. La strategia punta a ottenere rendimenti aggiustati per il rischio interessanti investendo in obbligazioni di emittenti privati e va ad ampliare l’offerta di Ubp nell’ambito delle soluzioni di private debt.

Il team Private debt della banca seleziona le sue operazioni nell’universo dei family office, un network informale di multi-family office, single family office e imprese sostenute da patrimoni familiari. L’Ubp Private debt fund III ha una durata di 4,5 anni* con un rimborso del capitale dopo un periodo d’investimento di due anni. Ha un target di raccolta di 300 milioni di euro e investe prevalentemente in emissioni di debito da 5 milioni a 30 milioni di euro, con scadenze da uno a tre anni.

Il portafoglio si concentra sulle opportunità legate al real estate, con un focus particolare sui settori di finanziamento - che generano flussi di reddito a lungo termine, oggi molto apprezzati dagli investitori istituzionali - tra cui gli alloggi sociali e a prezzi accessibili, le residenze per studenti e gli affitti privati. Tra gli investitori del fondo si annoverano soprattutto HNWI, family office, asset manager e investitori istituzionali.

La strategia va ad aggiungersi all’offerta proposta dal Private Markets Group (PMG) di Ubp, un team che cerca opportunità d’investimento esclusive per investitori qualificati nei mercati privati. Nel 2019 è stata annunciata una partnership con il gruppo familiare indipendente Rothschild & Co., che ha portato al lancio di un fondo destinato a clienti privati e istituzionali intenzionati a diversificare i loro portafogli mediante il mercato del private equity.

Colin Greene, head del team Private Debt di Ubp, ha commentato: «L’epidemia di Covid-19 ha avuto un impatto drammatico a livello globale, causando importanti dispersioni settoriali e un’accelerazione delle tendenze sottostanti. Le politiche messe in atto hanno portato a un calo dei rendimenti sui mercati del debito pubblico, incoraggiando quindi gli investitori a cercare strategie incentrate sul debito privato. Dal momento che il private debt non è un’asset class omogenea, ci concentreremo su quei segmenti che riteniamo essere più resilienti di fronte alle ricadute di lungo termine della pandemia, inclusi il settore degli alloggi sociali e a prezzi accessibili, gli affitti privati e le società B2B.»

Nicolas Faller, co-Ceo Asset Management di Ubp ha aggiunto: «L’Ubp Private debt fund III si differenzia dalle classiche strategie di private debt per il suo approccio proprietario di selezione nell’universo dei family office e per la sua scadenza relativamente breve, a 4,5 anni. Questa soluzione offre agli investitori la possibilità di accedere a opportunità offerte dalle società private all’interno di un universo particolarmente interessante, senza la necessità di vincolare il capitale per un prolungato periodo di tempo. Siamo dunque entusiasti di offrire un prodotto così innovativo e diversificato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo