scenari | Ssga

"Italia, rischio per tutta la zona Euro. A meno che..."

State Street Global Advisors presenta il suo Global market outlook 2019 alla stampa. Nonostante volatilità e crisi geopolitiche le opportunità per l'Italia e l'Europa non mancano. Bisogna puntare sulla produttività per frenare il depauperamento

Ssga: "Italia, rischio contagio reale per tutta la zona Euro"

"Il contagio Italia" è una possibilità reale per la zona Euro". È uno dei messaggi lanciati da State Street Global Advisors durante il suo Global market outlook 2019, l'appuntamento con la stampa organizzato stamattina 12 febbraio nell’Hotel Park Hyatt di Milano.

Ne sono certi sia la deputy global cio, Lori Heinel che l'head of portfolio management, Frédéric Dodard, i due relatori dell'incontro dedicato agli scenari che la società di servizi finanziari per clienti istituzionali ha elaborato per il 2019. La ragione principale che rende concreto il rischio italiano è la presenza dei titoli di Stato nella pancia degli istituti di credito del Vecchio Continente. In primis le banche francesi e spagnole, le principali acquirenti di Btp. 

L'odierna crisi economica italiana non è ai livelli del 2011 ma le cose sono destinate a peggiorare se procederà l'attuale depauperamento della produttività del Bel Paese. Non usa giri di parole Dodard rispondendo alle domande dei giornalisti. Ma niente panico. Le previsioni di Ssga parlano di grandi opportunità di investimento provenienti proprio da una delle maggiori cause della drastica contrazione che ha coinvolto tutti gli asset nel corso del 2018: la volatilità. In che modo fare di questo punto debole un punto di forza? La formula offerta da Ssga è quella condivisa da molti altri suoi operatori: forme di tutela per banche e  mercati; e fondi di investimento orientati sul lungo termine composti da portafogli flessibili e adattabili ai continui cambiamenti di scenario a cui il mondo finanziario si è ormai abituato.  

Come ha chiarito Heinel, nel corso del 2019 la volatilità continuerà il suo corso e insieme a lei l'incertezza. La solidità che la politica economica a stelle strisce sta dimostrando con le recenti decisioni della Federal Reserve e la costante, seppur lenta, crescita del gigante cinese (anche grazie alla crescita delle classi sociali agiate), pongono l'Italia e l'intera Europa al centro di molti rischi di natura sia geopolitica che di mercato. Ma anche in questo caso, il bicchiere deve essere visto anche mezzo pieno. La crescita asiatica apre nuove opportunità di investimento in particolare negli asset emergenti. Una strategia che ha bisogno di investimenti ed equity basati su portafogli diversificati. 

Uno scenario complesso e stimolante che spinge State Street Global Advisors a essere ottimista verso il prossimo futuro. Anche grazie a un andamento dello spread che sembra destinato a uscire dalla zona rossa del "high risk aversion" per posizionarsi in quella gialla della "normalità". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo