banche

Ubs a processo in Francia. Lo Stato chiede 1,6 miliardi

L’accusa parla di istruzioni ai venditori Ubs di spingere parte della propria clientela più facoltosa ad aprire conti non dichiarati in Svizzera. Per mascherare il flusso di capitale illecito tra i due paesi la banca avrebbe tenuto insieme una doppia contabilità. La multa richiesta dal Pnf è di 15 milioni di euro per complicità. Lo Stato, costituitosi parte civile ha chiesto un'ingente richiesta di risarcimento danni. Il processo partirà mercoledì

Ubs a processo in Francia. Lo Stato chiede 1,6 miliardi di danni

Violazione delle regole e mancata dichiarazione di miliardi di euro in beni. Sono queste le ragioni alla base dell’accusa per Ubs Ag di "propaganda bancaria illegale" e "frode fiscale aggravata per il riciclaggio di denaro sporco”. Comportamenti illeciti che risalirebbero al periodo 2004-2012. Il processo inizierà questo mercoledì. Il procuratore finanziario nazionale (Pnf) aveva elaborato i capi di imputazione e richiesto a novembre il pagamento di una multa di 3,7 miliardi di euro nei confronti del gigante bancario svizzero e prima banca privata nel mondo. L’Agence France-Presse riporta anche quanto dichiarato dal procuratore titolare dell’inchiesta, Serge Roques, il quale ha parlato di ”un attacco inaccettabile contro il patto repubblicano" in un momento in cui il l'evasione e riciclaggio di denaro sono diventati un "fenomeno di massa" con "metodi industriali”. 

La difesa di Ubs Ag ha reagito cercando di dimostrare l’esistenza di un sistema globale, spostando il centro del discorso su una responsabilità generale e non su singoli soggetti o istituti. Denis Chemla, avvocato di Ubs Ag, ha richiesto il proscioglimento del gruppo svizzero. 

L’accusa parla di istruzioni ai venditori Ubs in Francia di spingere parte della propria ricca clientela ad aprire conti non dichiarati in Svizzera. Per mascherare il flusso di capitale illecito tra i due paesi, la banca avrebbe tenuto insieme una doppia contabilità. La multa richiesta dal Pnf è di 15 milioni di euro per complicità. Richiesti anche 500.000 euro di multe e due anni di carcere sospesi contro sei ex dirigenti. Lo Stato francese, in quanto parte civile, ha richiesto 1,6 miliardi di danni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo