Private Equity

Private lending da 2 milioni per Portobello

La società di pubblicità e marketing ha ottenuto un prestito da Hedge Invest sgr spa per finanziare crescita e sviluppo interni. Il tramite del private lending è stato il fondo di private debt HI CrescItalia Pmi Fund, mentre Banca Finint ha agito come arranger dell’operazione.  Il finanziamento ha una durata di 5 anni con scadenza 31 marzo 2024. Il piano di rimborso è su base trimestrale, a partire da un periodo di pre-ammortamento iniziale di 15 mesi

Ptivate lending da 2 milioni per Portobello spa

Pietro Peligra, amminstratore di Portobello spa

Operazione di private landing di Portobello spa con Hedge Invest sgr spa per finanziare crescita e sviluppo interni. Un prestito della seconda in favore della prima attraverso il fondo di private debt HI CrescItalia Pmi Fund. Banca Finint ha agito come arranger dell’operazione. Portobello è una società quotata all’Aim e specializzata in servizi pubblictari e retail anche attraverso attività di barter. I soci proprietari di Portobello sono Simone Prete, Stefano Caporicci, Patrizia Amicucci, Pietro Peligra e Luca Nardi.

L’azienda punta ad investire le risorse in arrivo per sostenere le strategie di apertura di nuovi punti vendita in Italia, lo sviluppo e l’acquisizione di nuovi magazine, la promozione del marchio e il rafforzamento della struttura manageriale. I programmi prevedono anche di sviluppare il prima possibile una rete di sia punti vendita in gestione diretta che in franchising su tutto il territorio nazionale. Portobello, inoltre, utilizzerà parte dei proventi per rafforzare l’offerta media sulla carta stampata e sul digitale, sia attraverso crescita organica che tramite partnership e acquisizioni. Un’ulteriore area di investimento, infine, sarà legata alla promozione del marchio Portobello attraverso attività mirate e un piano di comunicazione che si dispiegherà su più anni. Al fine di poter impiegare al meglio i proventi dell’operazione e di sostenere la crescita, la società ha avviato anche un piano di rafforzamento manageriale sia sull’area corporate sia su quella commerciale già a partire dai prossimi mesi.

Il finanziamento di private lending è a tasso fisso e di tipo senior unsecured, ha un importo di 2 milioni di euro e una durata di 5 anni con scadenza 31 marzo 2024. Il piano di rimborso è su base trimestrale, a partire da un periodo di pre-ammortamento iniziale di 15 mesi. L’operazione prevede, inoltre, la possibilità di effettuare una seconda tranche di Euro 1 milione al soddisfacimento di alcune condizioni. 

“Ci fa piacere che il programma di investimento del nostro fondo finalizzi un’ulteriore operazione con una realtà il cui profilo e piani di crescita coincidano con i tratti distintivi delle nostre decisioni di investimento”, ha commentato Paolo Massi, Gestore di HI CrescItalia Pmi Fund.

L’accordo contiene previsioni usuali per contratti delle specie, tra le quali: una clausola di “change of control” nel caso in cui un soggetto terzo rispetto a ciascuno tra gli attuali soci venga a detenere, direttamente e indirettamente, la maggioranza del capitale sociale della società e/o il controllo operativo e strategico del capitale della stessa; ipotesi di rimborso anticipato obbligatorio, tra l’altro, in caso di mancato rispetto di covenants finanziari tipici di tali operazioni (indebitamento finanziario netto/patrimonio netto e indebitamento finanziario netto/Ebitda, entrambi calcolati su base annuale). Inoltre l’accordo prevede la possibilità di procedere al rimborso volontario anticipato delle somme finanziate, previa corresponsione di una penale. Infine l’accordo del private lending di Portobello comprende ulteriori previsioni relative ad eventi di rimborso anticipato obbligatorio, dichiarazioni, covenants (anche finanziari) ed obblighi di non fare, eventi di revoca, consensi e soglie di materialità in linea con la prassi per operazioni della specie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo