investimenti

Natixis, 80 milioni per eolico offshore italiano

Il progetto è stato sviluppato davanti alle coste di Taranto (Puglia) da Renexia Spa, ramo d'azienda dedicato alle rinnovabili del Gruppo Toto

Natixis finanzia eolico off shore italiano con 80 milioni

L'eolico eolico offshore sbarca nel Mar Mediterraneo, più precisamente davanti alle coste di Taranto (Puglia). Il finanziatore del parco che avrà una potenza complessiva di 30 Mw è Natixis utilizzando le controllate Sole Structuring Bank e Sole Mandated Lead Arranger, Underwriter e Agent Bank. Il progetto risalente al 2008 è stato invece sviluppato da Renexia spa, ramo d'azienda dedicato alle rinnovabili del Gruppo Toto. Titolare diretta dell'operazione è la srl Beleolico, società controllata da Renexia.

Il progetto, contro il quale si era opposto il comune con un ricorso bocciato sia da Tar che da Consiglio di Stato, prevede l’installazione a circa 100 metri dalla costa (il termine più adatto è nearshore) di 10 aerogeneratori da 3 MW. Secondo Baleolico, a regime la centrale dovrebbe garantire una produzione annuale di 80GWh.

Il finanziamento targato Natixis ammonta a 82 milioni di euro, e comprende un prestito a termine, un finanziamento Iva e una linea di credito stand-by. "Questo progetto rappresenta un ulteriore passo in avanti in un percorso che stiamo conducendo con successo", commenta Riccardo Toto, direttore generale di Renexia. "Infatti, si inserisce in una più ampia strategia nel settore dell'energia eolica che Renexia sta perseguendo negli Stati Uniti attraverso un impianto importante e anche nel resto del mondo con molti altri progetti. Siamo desiderosi di aumentare la produzione di energia pulita e sostenibile in un nuovo mercato, e consideriamo la collaborazione con Natixis un attestato del nostro know-how e delle nostre capacità".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo