private debt

Un fondo per i nastri adesivi Magis spa

Il sottoscrittore dell'emissione è il Fondo Pmi Italia II, gestito da Finint Investments Sgr, ha un importo pari a 7 milioni di euro e della durata di 7 anni di cui due di preammortamento

Un nuovo investitore per i nastri adesivi Magis spa

I nastri adesivi della Magis spa hanno un nuovo sottoscrittore del prestito obbligazionario emesso poco tempo fa. È il Fondo Pmi Italia II, gestito da Finint Investments Sgr. L’emissione, per un importo pari a 7 milioni di euro e della durata di 7 anni di cui due di preammortamento, è finalizzata a supportare il piano di sviluppo dell’azienda toscana attraverso una crescita del business. 

Banca Finint e Fisg (Gruppo Banca Finint) hanno agito in qualità di arranger dell’operazione; oltre al Fondo Pmi Italia II, hanno sottoscritto il fondo rilancio e sviluppo gestito da Sviluppo Imprese Centro Italia Sgr e Iccrea Banca Impresa.

I proventi dell’emissione sosterranno un piano di crescita che prevede un importante incremento della capacità produttiva e lo sviluppo del business legato principalmente alla produzione di nastri adesivi. 

“Per Finint Sgr", afferma Mauro Sbroggiò, ad della società, "l’emissione di Magis rappresenta il terzo investimento del nostro nuovo fondo di private debt Pmi Italia II, dedicato al finanziamento della crescita e dell’internazionalizzazione delle imprese.  Pertanto, è per noi motivo di orgoglio poter accompagnare lo sviluppo e la crescita di una realtà impegnata nella creazione di prodotti sempre più innovativi e customizzati e desiderosa di rafforzare un percorso di crescita all’estero”.

Magis spa, fondata nel 1983 come una piccola realtà artigianale, nel corso degli anni si è specializzata nella produzione di nastri adesivi principalmente in polipropilene per imballaggi e altri usi industriali. Negli anni 2000, la società iniziò a diversificare i prodotti, integrando la produzione con i sistemi di chiusura per pannolini, prima "frontal tape" e successivamente anche "side tape", integrandosi così in un nuovo mercato, perlopiù internazionale. L'azienda fondata dall'artigiano Marco Marzi, con un fatturato di oltre 52 milioni di euro e 170 professionisti, dal 2017 fa parte del programma internazionale Elite di Borsa Italiana, dedicato alle aziende che intendono fare un percorso verso l'apertura del capitale a terzi, la managerializzazione e la quotazione a Piazza Affari agevolando l’accesso a opportunità di finanziamento e facilitando il contatto con potenziali investitori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo