Quantcast

insurance

2019, inizio sprint per le polizze vita tradizionali

I dati di Assoreti rivelano che a gennaio, con 371 milioni di euro di premi netti, le polizze del ramo I hanno permesso ai consulenti finanziari di compensare i deflussi derivanti dalle unit linked che nel frattempo hanno perso 102 milioni

2019, inizio sprint per le polizze vita tradizionali

Nel 2018 le polizze vita rivalutabili hanno fatto registrare un’ottima performance grazie ad un rendimento lordo del 3%. Lo ha sottolineato questo fine settimana Plus - Sole24Ore, mettendo a confronto i risultati delle polizze del ramo I con altri comparti finanziari come i fondi comuni e gli unit linked (polizze finanziarie ad alto rischio) che l’anno scorso hanno ridutto il rendimento del 7% (e del 12 per le unit azionarie). Dati che sono forniti dall’osservatorio di settore dell’Ania

Le polizze appartenenti al ramo I continuano a essere manna dal cielo anche in questo inizio 2019 soprattutto per i consulenti finanziari. Stando ai dati di Assoreti a gennaio queste polizze hanno permesso, con i loro premi netti da 371 milioni di euro, ai cf di compensare i deflussi derivanti dalle unit linked che nel frattempo hanno perso 102 milioni. 

Quello che convince i cittadini a scegliere le polizze vita tradizionali sono la garanzia dei premi netti investiti e il rendimento legato alla gestione separata. Questo segmento, così, diventa a pesare per l’80% dell’intero settore Vita che nel 2018 ha raccolto 55 miliardi con un incremento del 8,4% rispetto al 2017. Una crescita che sta procedendo: secondo Ania a gennaio sono tati raccolti 5 miliardi con un +19% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo