Quantcast

banche

Intesa Sanpaolo conferma trattative su cessione Utp

L’istituto ha firmato un accordo non vincolante con Prelios che "non influenzerà la partnership strategica riguardante i crediti in sofferenza già perfezionata con Intrum"

Intesa Sanpaolo conferma trattative su Utp

Intesa Sanpaolo conferma le indiscrezioni pubblicate qualche settimana fa dal Messaggero sulle trattative in corso sulla cessione di parte dei suoi crediti incagliati. L’istituto non conferma però la cifra che secondo il quotidiano ammonterebbe a 10 miliardi ma comunica che sta “considerando opzioni strategiche riguardanti i crediti classificati come inadempienze probabili (Utp - unlikely to pay), in relazione a recenti notizie di stampa. L’istituto conferma anche la firma “di un accordo non vincolante con Prelios, cui ha concesso un periodo di negoziazione esclusiva per la possibile costituzione di una partnership strategica finalizzata all'ottimizzazione della gestione delle posizioni Utp”.
 
E ancora: “l'eventuale perfezionamento di tali opzioni, e in particolare della predetta partnership con Prelios, avverrà nel rispetto degli obiettivie delle previsioni di natura economica e patrimoniale del gruppo già resi noti al mercato per l'esercizio 2019 e per il Piano di Impresa 2018-2021 e non influenzerà la partnership strategica riguardante i crediti in sofferenza già perfezionata con Intrum”.
 
Sulla vicenda era arrivata il 12 marzo appena passato anche la richiesta di chiarimenti da parte delle sigle sindacali dei bancari (Fabi, First/Cisl, Fisac/Cgil, Uilca e Unisin). “Chiediamo all’Azienda che inizi a rispondere alle nostre domande e ci faccia capire come pensa di perseguire l’obiettivo ambizioso di diventare il primo player in un mercato estremamente competitivo come quello italiano degli NPL. Il tempo dei proclami è scaduto”, scrivevano le rappresentanza dei lavoratori.
 
A inizio febbraio lo stock di crediti deteriorati del gruppo Intesa Sanpaolo era sceso del 29,9% nel 2018. I dati di fine dicembre 2018 parlavano della realizzazione del 61% dell’obiettivo di riduzione previsto nel Piano di Impresa per il 2018-2021. Mentre l’incidenza dei crediti deteriorati sui crediti complessivi a dicembre 2018 era pari all’8,8% al lordo delle rettifiche di valore e al 4,2% al netto. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo