Quantcast

conti 2018

Mirabaud compie 200 anni con +47% di utile netto

Al 31 dicembre 2018 gli asset totali in gestione ammontavano a 32,3 miliardi di franchi svizzeri, di cui 6,6 miliardi riferiti alla divisione dell’asset management

Mirabaud festeggia i 200 anni con +47% di utile netto

Yves Mirabaud, senior managing partner di Mirabaud

Una chiusura del 2018 in positivo per il gruppo Mirabaud che quest’anno festeggia anche il bicentenario della propria fondazione. I numeri dell’azienda parlano di un utile netto in crescita del 47% grazie a un aumento dei ricavi in tutte le tre linee di business.

Al 31 dicembre 2018 gli asset totali in gestione ammontavano a 32,3 miliardi di franchi svizzeri, di cui 6,6 miliardi riferiti alla divisione dell’asset management. Gli asset hanno risentito della flessione dei mercati di fine anno ma questa tendenza si è invertita sulla scia della ripresa di inizio 2019.
 
L’incremento del 47% dell’utile netto alza l’asticella fino ai 59,6 milioni di franchi svizzeri, mente i ricavi sono aumentati raggiungendo quota 342,3 milioni (nel 2017 erano 305,3), comprese commissioni pari a 263,7 milioni. Le attività di trading portano a casa 40,1 milioni di franchi e un margine d’interesse di 31,5.

I costi di esercizio, al netto di deprezzamenti, ammortamenti e imposte, si sono attestati a 263,9 milioni (contro i 247,2 milioni di franchi nel 2017). Il totale consolidato degli asset è pari a 4.092 milioni. Le passività si compongono essenzialmente di depositi della clientela. La maggior parte degli asset sono depositati presso la Banca Nazionale Svizzera o investiti in bond governativi a breve termine con rating elevato che garantiscono liquidità e sicurezza.
 
Il gruppo presenta un indice di capitalizzazione di base (Tier 1 capital) del 20,4%. Questo livello, superiore ai requisiti previsti da Basilea III, è espressione della redditività e della solidità finanziaria di Mirabaud, il cui modello operativo si basa sul controllo dei rischi e sugli investimenti a lungo termine.
 
“La crescita dell’utile garantisce la nostra stabilità finanziaria e conferma la validità della strategia di sviluppo perseguita negli ultimi 200 anni”, dice Yves Mirabaud, senior managing partner. "Il 2018 è stato per noi un anno particolarmente intenso. Abbiamo iniziato la ristrutturazione dell’edificio della nostra sede di Ginevra, che sarà completata nei prossimi mesi; abbiamo avviato un percorso di espansione in nuovi mercati, come Brasile e Uruguay con l’apertura di alcune filiali all’inizio del 2019, e ad Abu Dhabi dove sbarcheremo nel prossimo futuro; abbiamo potenziato i servizi di advisory integrando una società fintech svizzera”.
 
E ancora: “Nell’asset management, abbiamo completato con successo il closing del nostro primo fondo di private equity e abbiamo assunto un team specializzato nel real estate in vista del lancio di un nuovo fondo. Inoltre”, chiosa Mirabaud, il “Collegio dei managing partner si è inoltre ampliato con l’ingresso di Nicolas Mirabaud e Michael Palma. Ci apprestiamo a celebrare il nostro Bicentenario con serenità, orgoglio e responsabilità, determinati a garantire ogni giorno servizi di eccellenza ai nostri clienti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo