Quantcast

vigilanza

Utilizzo di informazioni privilegiate, Consob sanziona gestore

L'authority ha comminato sanzioni pecuniarie e interdittive ad un operatore italiano, Marco Binda. Tutte le motivazioni del provvedimento

Utilizzo di informazioni privilegiate, Consob sanziona gestore

Marco Binda, gestore di prodotti finanziari, è stato multato dalla Consob per aver “acquistato e venduto, nel periodo compreso tra il primo giugno 2015 e l'11 ottobre 2016, tramite un conto da lui movimentato in via esclusiva, azioni negoziate sul Mta ed Etf negoziati sull'Etf plus, utilizzando informazioni privilegiate relative agli ordini di compravendita di tali strumenti finanziari che sarebbero stati da lui eseguiti per conto degli Oicvm e delle linee di gestione di portafogli della Sgr per cui era attivo quale gestore, e di cui egli era in possesso in ragione della sua attività lavorativa”. Questo è quanto si legge nella delibera numero  20794 dell’autorità di vigilanza.

Per questi motivi l’autorità ha comminato al professionista varie sanzioni amministrative pecuniarie, “delle quali è contestualmente ingiunto il pagamento, nonché sanzioni amministrative interdittive”: sanzione amministrativa pecuniaria per euro 70.000,00; sanzione amministrativa interdittiva accessoria obbligatoria, di cui all'art. 187-quater, comma 1, del TUF, per mesi 6”. E ancora: “ai sensi dell'art. 187-sexies del TUF, come modificato dall'art. 4, comma 14, del D.Lgs. n. 107/2018, è disposta la confisca dei beni del sig. Marco Binda fino alla concorrenza del valore del profitto dell'illecito contestato, pari a euro 28.582,00”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo