Quantcast

consulenza

Usa, Ubs chiede ai suoi cf di restituire parte della retribuzione 2018

Negli Stati Uniti sta accadendo qualcosa di davvero raro e inconsueto. Ubs Wealth Management ha richiesto a migliaia di consulenti finanziari la restituzione di somme relative alla retribuzione del 2018

Negli Usa Ubs sta chiedendo ai cf la restituzione di somme non dovute

19.04.2019

Negli Stati Uniti sta andando in scena qualcosa di davvero raro e inconsueto. I siti di informazione finanziaria Advisor Hub e Efinancial Careers scrivono di una richiesta da parte di Ubs Wealth Management, a migliaia di consulenti finanziari delle sue reti, di restituire somme relative alla retribuzione del 2018.

La ragione? Non si tratta di casi di appropriazione indebita da parte dei professionisti di cifre provenienti dall'attività di consulenza, né di altri motivi legati a responsabilità personali. Il motivo della richiesta di restituzione delle somme è molto più banale: l’Adp, la società che si occupa dell’elaborazione delle buste paga per Ubs Wm, ha sbagliato la compilazione della  documentazione. Un errore che ha portato calcoli in "eccesso", riconoscendo ai dipendenti più del dovuto.
 
Advisor Hub riporta la mail che il dipartimento di risorse umane della società di gestione di grandi patrimoni ha inviato una mail, mercoledì scorso ai cf interessati, in cui chiede la restituzione del denaro, fornendo un numero di call center per rispondere alle domande relative al piano di riconciliazione proposto dall’azienda. "Comprendiamo il serio impatto che ciò potrebbe avere su di te e ci scusiamo sinceramente per il problema e per gli eventuali inconvenienti che potrebbe causarti", scrive Ubs Wm nella mail.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo