Quantcast

conti 2019

508 milioni di dollari di utile netto per State Street, in crescita del 5%

Numeri in positivo per la società di investimenti statunitense che nel primo trimestre del nuovo anno taglia costi per 78 milioni di dollari e restituisce circa 480 milioni di dollari agli azionisti

Ronald O’Hanley, presidente e ceo di State Street

Ronald O’Hanley, presidente e ceo di State Street

23.04.2019
 
Nel primo trimestre del 2019 State Street ha registrato un utile netto pari a 508 milioni di dollari, pari a 1,18 dollari per azione, con un margine di interesse di 673 milioni di dollari, in crescita del 5% rispetto al primo trimestre dell’esercizio 2018.
 
Prosegue la solida performance derivante dalla recente acquisizione di Charles River Development, provider di servizi finanziari specializzato nel servizi di front e middle office. Da inizio anno, infine, la società ha beneficiato di minori costi per 78 milioni di dollari, restituendo circa 480 milioni di dollari agli azionisti tra riacquisto di azioni proprie e dividendi.

"La nostra performance in questo trimestre riflette un contesto di settore che resta difficile e il calo dell'attività della clientela”, commenta Ronald O’Hanley, presidente e ceo di State Street. “Abbiamo già affrontato queste condizioni in precedenza e sappiamo che concentrarci su ciò che possiamo controllare, tra cui miglioramenti di produttività, riprogettazione dei processi e maggiore disciplina delle risorse, rafforzando al contempo le relazioni con i clienti, porterà valore per gli azionisti e stimolerà la crescita. Il programma di spesa che abbiamo avviato nel quarto trimestre del 2018 sta già mostrando i primi benefici".
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo