succede in borsa

Amm quota i suoi chatbot su Piazza Affari

L'azienda italiana del mobile marketing e del web advertising si quota su Aim e raccoglie 2,8 milioni di euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 13,62%

Amm quota i suoi chatbot su Piazza Affari

30.04.2019

Amm, azienda attiva nel mobile marketing e nel web advertising con servizi di messaggistica istantanea, chatbot e pubblicità online, si quota su Aim, il segmento della Borsa italiana dedicato alle Pmi. Con questa nuova quotazione sale a 115 il numero delle aziende quotate sul mercato dedicato alle piccole e medie imprese.

Vogliamo diventare i leader nel settore della messaggistica aziendale

In fase di collocamento, Amm ha raccolto 2,8 milioni di euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 13,62%, con una capitalizzazione pari a circa 5,4 milioni di euro. Amm è stata assistita da Banca Finnat in qualità di nominated advisor, global coordinator e specialist dell’operazione.

In occasione dell’inizio delle negoziazioni la responsabile primary Markets di Piazza Affari, Barbara Lunghi, ha commentato: “Sempre più società attive nel settore della tecnologia e dell’innovazione, come Amm, decidono di usare lo strumento della quotazi

one quale mezzo in grado di accelerare il proprio percorso di crescita. L’accesso ai mercati dei capitali permetterà ad Amm di portare a termine nuove acquisizioni e di consolidare il proprio posizionamento nel mobile marketing e web advertising”.

“Per noi è un primo e importante passo verso l’inizio di un percorso che porterà l’azienda ad accrescere la propria quota di mercato grazie alla possibilità di nuovi investimenti”, commentano il presidente e co-founder di Amm, Omero Carducci, e il co-ceo Riccardo Draghi (in foto). “Vogliamo diventare i leader nel settore della messaggistica aziendale e consentire alle aziende di qualsiasi dimensione di poter comunicare facilmente ed efficacemente con i propri clienti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo