scenari | Mirabaud Am

In caso di emergenza, in Cina il governo è pronto a intervenire

"L'ultima minaccia dal presidente degli Usa di alzare i dazi al 25% su 200 miliardi di dollari di merci potrebbe far saltare il tavolo delle trattative". L'analisi del chief economist, Gero Jung

In caso di emergenza, in Cina il governo è pronto a intervenire

08.05.2019

Gli ultimi dati relativi all’indice Pmi servizi Caixin sono rassicuranti, dato che suggeriscono che il settore dei servizi ha riportato un avvio dinamico nel secondo trimestre. Positivo è anche il fatto che i nuovi ordinativi per l’export sono aumentati al ritmo più sostenuto dall'inizio della serie (datata 2014)". L'analisi di Gero Jung, chief economist di Mirabaud Am.

Tuttavia, le incertezze legate alla guerra commerciali sono aumentate, dopo che il presidente degli Stati Uniti ha minacciato di aumentare i dazi al 25% su 200 miliardi di dollari di merci importate dalla Cina entro venerdì. 

Per il momento, la delegazione cinese dovrebbe ancora recarsi negli Stati Uniti questa settimana per continuare i negoziati. La fine delle trattative tra Stati Uniti e Cina potrebbe danneggiare il commercio globale che stava cominciando a riprendersi.

A nostro avviso, il governo cinese e la banca centrale saranno pronti a reagire se la crescita mostrerà segnali di rallentamento. Infatti, la PBoC ha annunciato un nuovo taglio del coefficiente di riserva obbligatoria per le banche rurali, di piccole e medie dimensioni, che sarà progressivamente abbassato all'8% entro luglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo