conti pubblici

Ue: la crescita italiana si fermerà allo 0,1%

La prossima manovra avrà bisogno di 35 miliardi di euro per fronteggiare lo scarto tra Pil (fermo) deficit e debito (galoppanti). La Commissione europea prevede che il debito pubblico italiano raggiungerà il 135% nel 2020

Ue: la crescita italiana si fermerà allo 0,1%

I numeri dell’outlook della Commissione Europea, diffusi nella giornata di ieri, sul futuro prossimo del sistema Italia sembrano spegnere il tenue entusiasmo che aveva dato l’Istat sul numero di occupati. Per quest’anno, secondo la Ue, la crescita italiana si fermerà allo 0,1%.
 
Ben saldo all’ultimo posto della classifica dei paesi europei, lo Stivale avrebbe bisogno di una manovra da 35 miliardi di euro per coprire il prossimo aumento sempre più probabile dell’Iva e il peso sempre più crescente dello scarto tra debito e deficit (in crescita) da una parte, e Pil fermo, dall’altra. Basti pensare che per la Commissione, il debito pubblico raggiungerà il 135% del prodotto interno lordo nel 2020.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo