Quantcast

formazione finanziaria

Consob dedica il suo primo quaderno alle nuove generazioni

Il volume prende le mosse dall’esperienza del progetto pilota per le scuole lombarde, avviato in occasione delle iniziative dedicate al risparmio consapevole

Digitale, occupazione, futuro Campus Party «sposa» il Maf

Consob pubblica il suo primo quaderno di educazione finanziaria dedicato alle nuove generazioni: “Modello didattico sull’educazione finanziaria. Indicazioni operative per scuole secondarie di II grado. I edizione 2019-2020”. La pubblicazione è stata presentata come la prima una nuova collana dedicata al tema.
 
Il volume di apertura della collana prende le mosse dall’esperienza del progetto pilota per le scuole lombarde, avviato in occasione della World Investor Week 2018 (1-7 ottobre 2018) e della prima edizione del Mese dell’Educazione Finanziaria (ottobre 2018). Il progetto ha previsto la realizzazione di alcuni moduli formativi per studenti delle scuole secondarie superiori, secondo il modello della “formazione dei formatori” (rivolta ai docenti coinvolti delle stesse scuole aderenti).
 


Per il 2019 è sé in programma la seconda fase del progetto, con lo scopo di sistematizzare le esperienze realizzate nella fase sperimentale e di predisporre un modello didattico di educazione finanziaria

Attraverso l’opera degli insegnanti delle scuole coinvolte e nell’ambito della normale programmazione scolastica è stato posto l’accento sull’importanza della conoscenza di nozioni finanziarie di base.

In parallelo, il focus è sulle pratiche operative elementari utili per assumere consapevoli decisioni finanziarie, dell’avvio all’uso corretto delle finanze personali, passando dalla generazione del risparmio all’investimento finanziario e della riduzione dei rischi di vulnerabilità finanziaria e dell’aumento del benessere economico individuale. 
 
Per il 2019 è stata prevista la realizzazione della seconda fase del progetto, con lo scopo di sistematizzare le esperienze realizzate nella fase sperimentale e di predisporre un modello didattico di educazione finanziaria per studenti delle classi quarta e quinta delle scuole secondarie di secondo grado che risultasse di pronto e semplice utilizzo da parte delle scuole interessate sul territorio nazionale, applicandolo in altre regioni in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca e i rispettivi Uffici Scolastici Regionali. 
 
Il lavoro di sintesi dell’esperienza - attraverso la condivisione di metodologie e informazioni e la valorizzazione dell’esperienza acquisita - svolto da un gruppo di lavoro composto da personale della Consob, dell’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia e alcuni dei docenti coinvolti nella prima parte, ha avuto come esito la produzione del primo Quaderno di educazione finanziaria nel quale sono contenute le istruzioni operative per le scuole, utili per replicare le iniziative, nel rispetto dell’autonomia di ciascun Istituto. 
 

Il Quaderno illustra un modello didattico in cui la struttura logica e dei contenuti ruota attorno a un evento storico significativo che ha interessato il sistema economico-finanziario di uno o più Paesi

Il Quaderno illustra e propone un modello didattico in cui la struttura logica e dei contenuti ruota attorno a un evento storico significativo che ha interessato il sistema economico-finanziario di uno o più Paesi (declinabile su tre piani.  elementi macro-sistemici, elementi micro-individuali, elementi di alfabetizzazione).

L'evento viene sezionato secondo un approccio multidisciplinare che lo rende particolarmente adatto a fornire un supporto alla programmazione scolastica nell’ambito delle competenze di “Cittadinanza e Costituzione” e ad essere inserito all’interno dei Piani Triennali dell’Offerta Formativa degli Istituti Scolastici. 
 
Il documento dà conto di: metodi didattici e relativi strumenti; conoscenze, abilità e competenze attese in esito; percorsi di apprendimento. Il tutto è sintetizzato in moduli ad-hoc denominati UdA (Unità di Apprendimento), utili per una loro pronta utilizzabilità e trasferibilità nel contesto di riferimento, insieme ad alcune esemplificazioni e casi concreti per facilitare la comprensione e l’implementazione del modello da parte delle scuole interessate. 
 
Infine, in linea con le indicazioni provenienti dai principali organismi internazionali che operano sul campo dell’educazione finanziaria (in primis l’Ocse), il Quaderno affronta il tema della misurazione dell’efficacia delle iniziative intraprese, attraverso l’individuazione di appositi strumenti di verifica (quali, ad es., questionari somministrati ad-hoc in entrata e in uscita) e di valutazione delle attività svolte.      

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo