Quantcast

numeri 2019

Credemleasing porta al gruppo un utile netto di 6,2 milioni

Rispetto ai 4,9 milioni di euro dello stesso periodo 2018, l’utile di quest’anno è cresciuto del 28,5%

Credemleasing porta al gruppo un utile netto di 6,2 milioni

Maurizio Giglioli, ad di Credemleasing

Il primo trimestre del 2019 conferma la crescita il settore del leasing per il gruppo Credem. Sono stati infatti approvati nei giorni scorsi i risultati al 31 marzo 2019 di Credemleasing, guidata dall’amministratore delegato, Maurizio Giglioli.

Il comparto mobiliare si caratterizza da una forte composizione in beni strumentali con volumi in incremento di oltre il 20% rispetto all’anno precedente

La società del settore del leasing finanziario (autoveicoli, strumentale, immobiliare, navale, energie rinnovabili) e noleggio a lungo termine, è attiva su tutto il territorio nazionale con 17 filiali e attraverso la struttura distributiva del gruppo Credem che si articola in circa 682 tra filiali, centri imprese, centri small business e negozi finanziari.
 
La controllata dal gruppo chiude i tre mesi con un utile netto di 6,2 milioni di euro, in incremento del 28,5% rispetto ai 4,9 milioni di euro dello stesso periodo 2018.
 
La crescita degli impieghi (+6,4% a/a) ed il positivo andamento delle commissioni nette pari a 1,2 milioni di euro (+12,7% a/a) portano il margine di intermediazione a 12 milioni di euro, in aumento del 4% rispetto al 31 marzo 2018. Nei primi tre mesi del 2019 la società ha mantenuto il livello di efficienza operativa del 2018, consolidando il cost income al 32,9% in linea con il 32,3% di fine 2018.
 
La redditività conseguente è rappresentata da un indice Roe annualizzato superiore al 13%. I crediti deteriorati lordi rappresentano il 4,66% del totale crediti della società, ancora in riduzione rispetto al dato di fine 2018 (4,84%) ed il grado di copertura dei crediti NPL(3)si assesta al 36,4%.
 

L’utile della società beneficia del positivo andamento delle riprese sui crediti deteriorarti e dell’ulteriore miglioramento della qualità del portafoglio bonus (M. Giglioli)

Nei primi tre mesi dell’anno l’andamento commerciale della società registra, in controtendenza rispetto al settore, un incremento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente sia nel valore complessivo degli investimenti finanziati (+9,7%) sia nel numero dei nuovi contratti stipulati (+8,9%).
 
Il comparto mobiliare si caratterizza da una forte composizione in beni strumentali con volumi in incremento di oltre il 20% rispetto all’anno precedente; gli autoveicoli registrano un incremento, rispetto a marzo 2018, del 17,5% nel numero di nuove stipule e del 12,5% nel valore finanziato; anche il prodotto nautico registra un incremento nel numero (36,4%) e soprattutto nei volumi (+115,3%). Il comparto immobiliare consuntiva, in linea con il settore, in decremento, sia nel valore complessivo degli investimenti finanziati (-20,1%) che nel numero dei nuovi contratti stipulati (-41,2%).
 
“Siamo molto soddisfatti”, dichiara l’ad di Credemleasing, Giglioli. “Continua la crescita del nuovo stipulato, +9,7% anno su anno, in forte controtendenza con il mercato che registra una riduzione di quasi il 13%. Il fenomeno è molto rilevante nei settori auto, strumentale e nautico”.
 
“Positiva anche l’attività di sviluppo del noleggio a lungo termine”, aggiunge Giglioli, “con l’attivazione di una rete di servizi su tutte le filiali Credem per il supporto a piccole e medie imprese e liberi professionisti e l’avvio dell’on-line per i privati. L’utile della società beneficia del positivo andamento delle riprese sui crediti deteriorarti e dell’ulteriore miglioramento della qualità del portafoglio bonis che ha impattato sulle svalutazioni collettive, determinando valori del costo del credito complessivamente positivi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo