pagamenti

Nexi porta al NetComm Forum il suo Pos che collega i negozi fisici al digitale

La novità, presentata dall'azienda leader in Italia per i pagamenti digitali, è stata accolta con molto interesse dal consorzio del commercio digitale italiano riunito a Milano

Nexi porta al NetComm Forum il suo Pos che collega i negozi fisici al digitale

Il director merchant services and solutions di Nexi, Enrico Trovati durante il NetComm Forum 2019

Nexi porta al NetComm Forum a Milano, il suo negozio digitale con un sistema di pagamento tanto agile da essere definito "fantasma", per lasciare in primo piano la fruizione del servizio. Parliamo dello  smartPos lo strumento che Nexi ha presentato e che si candida a vero dispositivo di gestione del business, con enormi potenzialità per i commercianti e comodità per il consumatore finale.

È possibile cercare sul sito, prenotare un'attività e fruirla in un punto fisico, o pagarla in un secondo momento, quindi seguire l'esperienza di acquisto o di fruizione di un bene, il cuore dello scambio tra un consumatore e un retailer (E. Trovati)

La novità, presentata dall'azienda leader in Italia per i pagamenti digitali, è stata accolta con molto interesse dal meeting organizzato dal consorzio del commercio digitale italiano che in media raccoglie ogni anno circa 15.000 imprese, con più di 90 momenti di approfondimento e oltre 200 espositori.

"Il pagamento digitale", dice Enrico Trovati, director merchant services and solutions di Nexi", "è un elemento abilitante formidabile per permettere ad utenti e retailer un'esperienza fluida e continua. Il trend principale è proprio una fusione tra il mondo fisico e il mondo digitale".

"Ormai", continua, "la separazione tra il mondo del negozio e il mondo dell'e commerce sta scomparendo. Abbiamo, ognuno di noi consumatori, il nostro cellulare sempre in mano, che è una sorta di protesi digitale sia del nostro corpo che della nostra testa".

È possibile "cercare sul sito, prenotare un'attività e fruirla in un punto fisico, o pagarla in un secondo momento, quindi seguire l'esperienza di acquisto o di fruizione di un bene, il cuore dello scambio tra un consumatore e un retailer", aggiunge il direttore dell'azienda.

Una visione sintetizzata nell'architettura dello SmartPos. Lo spiega Giulio Vasconi, head of marketing di Nexi: "Questo strumento è un Pos, ma a noi piace definirlo una nuova piattaforma digitale, che fa anche accettazione dei pagamenti ma fa molto di più: fornisce servizi innovativi a tutto il mondo degli esercenti".

"Stiamo portando sul mercato italiano, insieme le nostre banche, una piccola grande rivoluzione - continua Vasconi, "con l'obiettivo che è un po' quello di evolvere il mondo del pagamento, sia per l'esercente sia per il consumatore finale, offrendo e sfruttando quello che la tecnologia ci può mettere a disposizione tipicamente nel digitale".

"Le stesse funzionalità che un esercente può fare in maniera tradizionale, lo può fare meglio e in maniera digitale attraverso uno smartPos. Quindi diciamo che è un nuovo mondo dove l'esercente può estrarre grande valore per la gestione del proprio business", aggiunge la responsabile marketing.

"Per il consumatore finale, invece, stiamo offrendo di migliorare significativamente quella che è l'esperienza di acquisto. Sappiamo tutti che, da consumatori, il momento del pagamento è il punto più negativo dal punto di vista emozionale", conclude.

Al consumatore resterà di godere dei propri acquisti, dimenticando il pagamento che a poco a poco, letteralmente, scompare per creare relazioni sempre più appaganti e durature con il consumatore digitale, utilizzando le tecnologie e i loro ambiti di applicazione in continuo divenire.

Sulla user experience del sistema smartPos interviene Alfredo Passeri del team e-commerce di Nexi. "Io mi concentro sul divertimento di quello che sto prendendo, che sto acquistando, quel famoso custumer journey, e il pagamento sparisce perché diventa effettivamente invisibile: sicuro ma invisibile".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo