asset management

Da Tcw un fondo Ucits che promette rendimenti nonostante la volatilità

L’obiettivo di investimento è di ottenere una crescita del capitale nel lungo periodo investendo principalmente in obbligazioni globali

Con il fondo Bnl-Bnp Paribas Italia Fondaco supera i 13 miliardi di gestito

Rendimenti consistenti in qualsiasi fase di mercato attraverso un portafoglio obbligazionario con rating elevato. Questo l’obiettivo di sempre di tanti investitori obbligazionari che negli ultimi anni hanno dovuto fare i conti con la scomparsa dei porti sicuri, un abbassamento generalizzato del merito di credito, tassi di interesse a zero e folate improvvise di volatilità.

La nostra soluzione è di tipo bottom up e fa leva sulle nostre comprovate expertise core in ambito obbligazionario (G. Giurlani, Tcw Europa)

Per venire incontro a questa esigenza, molto sentita dagli investitori italiani, Tcw, ha registrato anche in Italia una soluzione Units sull’obbligazionario globale: il Tcw Income Fund

Strategia e obiettivi. L’obiettivo di investimento è ottenere una crescita del capitale nel lungo periodo investendo principalmente in obbligazioni globali.

Lo strumento coniuga l’approccio income e quello unconstrained, gestendo in modo attivo e con una logica absolute return un portafoglio diversificato di emissioni di qualità (di cui fino al 20% in azioni ordinarie e privilegiate), in grado di offrire un equilibrato bilanciamento tra rendimento e rischio in qualsiasi fase di mercato.

In generale, il fondo ha l’obiettivo di ottenere un income pari al Libor Usa +2%, puntando al contempo a generare rendimenti di lungo termine superiori ai benchmark obbligazionari tradizionali. La strategia applica un processo di analisi di tipo bottom-up/research driven e, rispetto ad altri comparti income, vanta una correlazione limitata ai fattori macro come ad esempio i tassi di interesse o le valute.

Le caratteristiche del fondo. Tcw Income Fund poggia su una strategia che ha già un solido track record di oltre quattro anni e un average coupon del 7,15%; attualmente presenta una duration bassa (2,2 anni, ma può variare da -3 a +8 anni), con un’allocazione minima su asset rischiosi come bond high yield ed emergenti.

Lo strumento è disponibile in due diverse classi: dollari statunitensi e euro, ed è gestito dal team obbligazionario di Tcw, guidato da Tad Rivelle, cio fixed income, e composto da Laird Landmann, co-director fixed income, Stephen Kane e Bryan Whalen. Il team gestisce anche tutte le altre strategie core obbligazionarie della società, per un totale di asset di circa 165 miliardi di dollari.

Tcw Income Fund porta a 7 le soluzioni di investimento obbligazionarie di Tcw disponibili in Italia, che si caratterizzano per un approccio ben disciplinato, coerente e di team alla gestione attiva, progettato per cercare di ottenere l’alpha nel lungo termine.

Questi processi di investimento, sostenuti da una rigorosa ricerca fondamentale interna e dall’esperienza di mercato, sono stati messi alla prova, con successo, in diversi cicli di mercato, sin dal 1971.

“Entriamo nel segmento dei prodotti obbligazionari income consapevoli di poter contare su un elemento altamente distintivo", commenta Gian Luca Giurlani (in foto), managing director e responsabile per l’Europa di Tcw. "La gran parte dei fondi income si basa su un processo top down, mentre la nostra soluzione è di tipo bottom up e fa leva sulle nostre comprovate expertise core in ambito obbligazionario, essendo gestito da un team che ha una media di 25 anni di esperienza alle spalle".

"Grazie a questo elemento, all’approccio unconstrained nella costruzione del portafoglio e all’obiettivo absolute return della strategia sottostante", conclude Giurlani, "il nuovo strumento punta a generare rendimenti assoluti più elevati in qualsiasi condizione di mercato, con un occhio di riguardo alla qualità del credito, e quindi a nostro avviso ben si adatta alle esigenze degli investitori italiani”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo