Quantcast

banche

Guai per Detsche Bank negli Usa. L'accusa è di riciclaggio

Un'ex funzionaria ha segnalato varie transazioni sospette alla Securities and Exchange Commission. Il segretario del Tesoro, Steven Mnuchin, ha raccolto il suo esposto

Guai per Detsche Bank negli Usa. L'accusa è di riciclaggio

Deutsche Bank indagata per riciclaggio. La notizia, data dal New York Times, viene rilanciata oggi dal Sole 24 Ore che riporta le indiscrezioni pubblicate negli Stati Uniti. 

Al centro della vicenda varie transazioni che riguardano soggetti legati al presidente Trump e a suo genero

Secondo ricostruzioni giornalistiche l'istituto di credito tedesco sarebbe finito sotto inchiesta penale proprio negli Usa dopo che una talpa interna alla banca ha segnalato varie transazioni, avvenute tra il 2016 e il 2017, non chiare, riguardanti soggetti legati al presidente Donald Trump e a suo genero Jared Kushner

La talpa ha un nome e un cognome. Si chiama Tammy Mcfaden e ricopriva il ruolo difunzionario della compliance nella filiale di Deusche Bank a Jacksonville in Florida. Il passato è d'obbligo perché, dopo la segnalazione - ignorata dall'istituto - delle anomalie, la donna è stata licenziata.

leggi anche | Antiriciclaggio, Deutsche Bank accetta una multa da 15 milioni

L'ex dipendente si è, quindi, rivolta alla Securities and Exchange Commission (Sec). A raccogliere la voce di Mcfaden è stato il segretario del Tesoro, Steven Mnuchin (in foto) che, come riporta il Financial Times, ha riferito al Financial Crimes Enforcement Network della segnalazione fatta dall'ex dipendente. Con l'istituto tedesco, sempre secondo il New York Times, sarebbero indagate altre banche. 

leggi anche | Violati embarghi, per Unicredit multa da 1,3 miliardi di dollari 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo