InvestireTV
SCARICA DA
InvestireTV InvestireTV

private debt

Anthilia BIT 3 punta su Cartiera di Ferrara: sottoscritto minibond da 6 milioni

Il prestito obbligazionario ha scadenza il 30 giugno 2025 con un rendimento del 6% e un rimborso amortizing con 12 mesi di pre-ammortamento

Anthilia BIT 3 punta su Cartiera di Ferrara: sottoscritto bond da 6 milioni

Il fondo di private debt, Anthilia BIT 3, ha sottoscritto il prestito obbligazionario emesso da Cartiera di Ferrara spa, società attiva da oltre 30 anni nella produzione di cartone per tubi e tubi di cartone di qualità. L'operazione segue il percorso avviato nel 2013 con Anthilia Bond Impresa Territorio (Anthilia BIT) e nel 2016 con Anthilia BIT Parallel Fund. 

Grazie all’emissione sottoscritta dal nostro fondo di private debt, Cartiera di Ferrara sarà un’altra Pmi italiana che potrà proseguire nel suo percorso di sviluppo con significative risorse aggiuntive (Landi, Anthilia Capital Partners)

L’emissione di Cartiera di Ferrara, per un importo di 6 milioni di euro, sottoscritta dal fondo che investe in bond appositamente creato da Anthilia, ha scadenza il 30 giugno 2025 con un rendimento del 6% e un rimborso amortizing con 12 mesi di pre-ammortamento

L’emissione è la prima sottoscritta da Anthilia BIT 3 a godere della garanzia del Fondo di Garanzia del Ministero dello Sviluppo Economico, istituito al fine di favorire l’accesso al credito per le Pmi e volto a garantire migliori condizioni economiche a vantaggio della sostenibilità del debito e dello sviluppo del tessuto imprenditoriale italiano.

Il beneficio della garanzia, anche se su una quota parte dell’importo totale dell’emissione, determina di fatto un profilo di miglior rating e un minore assorbimento di capitale per gli investitori.

Banca Mediolanum ha svolto il ruolo di financial advisor di Cartiera di Ferrara, mentre l’assistenza legale nell’ambito dell’operazione è stata curata dallo studio legale Orrick.

“Siamo molto contenti di aver assistito Cartiera di Ferrara nell’emissione obbligazionaria", commenta Diego Selva, head of investment banking di Banca Mediolanum." È un’eccellenza industriale italiana riconosciuta a livello internazionale che, grazie a questa operazione, potrà accelerare il proprio piano di sviluppo".

"L’attività di advisory in ambito debt capital markets rientra nel progetto di sviluppo della direzione investment banking, tema assolutamente strategico per Banca Mediolanum per i prossimi anni e volto al supporto dei numerosi clienti imprenditori che ci stanno dando fiducia”, aggiunge Selva.

Cartiera di Ferrara, l'identikit. Già ex cartiera del gruppo Burgo e rilevata nel 1985 dall'ingegnere Giulio Spinoglio, attuale presidente e amministratore delegato e azionista di riferimento, Cartiere di Ferrara è leader a livello internazionale nella produzione di cartone di qualità a uso industriale ma anche nel settore alimentare e dell’editoria.

La Società si rivolge strategicamente ad aziende di grandi dimensioni (produttori di tubi e/o utilizzatori abituali del cartone per grandi stock), concentrando tutta la produzione all’interno di un unico stabilimento di 80.000 mq, in ottica di efficientamento della capacità produttiva che viene oggi sfruttata al 100%.

Dal 2011 l'azienda ha iniziato a investire in fonti energetiche alternative attraverso l’installazione di un impianto fotovoltaico e di un motore endotermico con una considerevole riduzione dei consumi energetici. Nel 2018 la società ha conseguito un valore della produzione pari a circa 38 milioni di euro, una quota di export dell’80% per il prodotto cartone.

L’emissione del prestito obbligazionario consentirà a Cartiera di Ferrara di agire parallelamente su due fronti: quello industriale, investendo nel potenziamento della capacità produttiva e quello commerciale, rafforzando l’organizzazione manageriale a supporto dell’export.

“Cartiera di Ferrara è un importante player nel settore cartario mondiale, con elevata capacità di specializzazione del prodotto offerto e con un significativo know-how tecnico riconosciuto a livello internazionale che, grazie all’emissione sottoscritta dal nostro fondo di private debt, sarà un’altra Pmi italiana che potrà proseguire nel suo percorso di sviluppo con significative risorse aggiuntive”, ha commentato Giovanni Landi, vicepresidente esecutivo di Anthilia Capital Partners.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo