insurance

Farina (Ania): Tutelare dalla volatilità i 700 miliardi del risparmio assicurativo

La relazione annuale è stata, per la presidente dell'associazione, l'occasione per tirare le somme sullo stato di salute del comparto assicurativo italiano e per ricordare le riforme necessarie al settore. First-Cisl: Pronti al confronto

La convition annuale di Ania a Roma

La convention annuale di Ania che si è tenuta ieri a Roma

La relazione annuale è stata, per la presidente dell'Ania, Maria Bianca Farina (in foto), l'occasione per tirare le somme sullo stato di salute del risparmio assicurativo italiano. Davanti a una importante platea istituzionale composta, tra gli altri, dal premier Giuseppe Conte e dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la numero uno dell'Associazione Nazionale delle Imprese Assicuratrici, ha ricordato i numeri e le principali necessità del comparto. In coincidenza con l'appuntamento, Ania ha costituito anche un Osservatorio anti-frodi.

Un comparto importante, quello dell'assicurativo, che conta un risparmio complessivo di 700 miliardi (il 17% della ricchezza finanziaria totale delle famiglie italiane, ricorda il Sole 24 Ore). La principale destinazione di questo grande capitale sono i titoli di Stato.

Un investimento complessivo di 297 miliardi (par al 43,1% dell'incidenza sul totale degli investimenti, rispetto al 50,2% del 2015). Sui bond Farina chiede al governo "una mitigazione degli effetti della volatilità di breve termine dello spread sul patrimonio".

Passi in avanti anche sul premio medio per l'RcAuto, sceso l'anno scorso del 25% rispetto ai numeri del 2012, a un valore di 414 euro. Si riduce anche la distanza rispetto al premio medio dei principali partner europei, che è passata da 213 euro a 72. 

Ania chiede al governo italiano quattro interventi: una revisione della normativa sull'RcAuto, aggiornandola alle nuove esigenze di noleggi di lungo periodo sorte con l'arrivo dei sistemi di condivisione pubblica dei mezzi; la revisione della normativa SolvencyII; la definizione del principio contabile Ifrs 17; e regole certe per affrontare lo sviluppo del BigTech.

A margine dell'appuntamento romano arriva il commento del segretario First Cisl, Riccardo Colombani. "I sindacati terranno conto della solidità del settore assicurativo quando saranno chiamati a sedersi al tavolo per il rinnovo del contratto nazionale".

Per Colombani va giudicata con favore anche l’attenzione riservata dalla presidente Farina alle relazioni industriali: "First Cisl è pronta quindi a raccogliere l’’invito rivolto al mondo politico e sindacale a confrontarsi in modo costruttivo con le imprese".

Nonostante le difficoltà dovute ai rendimenti negativi delle obbligazioni, aggiunge il segretario, "le compagnie assicurative hanno mostrato un buon livello di resilienza alle oscillazioni dei mercati".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo