Quantcast

formazione

I nomi dei cf Azimut che hanno partecipato al master sul "passaggio generazionale"

Il corso giuridico-finanziario è stato dedicato al passaggio generazionale delle competenze all'interno delle imprese. I nomi dei cf e dei wealth manager Azimut che hanno partecipato

Si è concluso il secondo master organizzato da Università di Brescia e Azimut Holding

L’Università degli Studi di Brescia, Dipartimento di Giurisprudenza, e Azimut Capital Management hanno concluso il 12 luglio concludono la seconda edizione del master di II Livello in Italia dedicato interamente alle tematiche del "passaggio generazionale". Al centro degli approfondimenti, le criticità correlate al trasferimento di competenze all'interno delle aziende dove – emerge dalle statistiche – solo una su tre sopravvive al passaggio dalla prima alla seconda generazione. 

Occorre sviluppare competenze professionali per affrontare al meglio il delicato tema della successione nelle imprese (Martini, af gruppo Azimut)

I consulenti finanziari e i wealth manager del gruppo Azimut che hanno partecipato e conseguito sono i seguenti: Alberto Becchi; Paolo Sandri; Caterina Bazzani; Beatrice Brambilla; Alberto Pizzocaro; Alessandro Alippi; Federico Avila; Linda Maria Preto; Cosetta Caveduri; Roberto Destro; Emilio Sica; Piero Granarelli; Roberto Testa; Alessandra Nigri; Giuseppe Sogno; Andrea Crivelli; Marco Remorini; Marco Leonini; Daniela Inchini; Andrea Ferretti; Motta Andrea (uditore); Marta Nassini (uditore); Barbara Boselli (uditore); Massimiliano Iotti (uditore). 

Presenti, venerdì mattina alla consegna delle 27 pergamene del Master in “Governance del patrimonio e passaggio generazionale”, nella Sala delle Candelabre (Palazzo Calini ai Fiumi – Via San Faustino 41/Via delle Battaglie, 58), il rettore, Maurizio Tira, il direttore del dipartimento di Giurisprudenza, Antonio Saccoccio; e i componenti del comitato scientifico: Fabio Addis, docente ordinario di Diritto privato dell’Università degli Studi di Brescia; Arnaldo Canziani, ordinario di Economia; Giuseppe Corasaniti, ordinario di Diritto tributario e coordinatore del master; Paolo Martini (in foto), amministratore delegato e direttore generale di Azimut Holding; Michele Muscolo, amministratore delegato di Fidartis; Alberto Sciumè, ordinario di Storia del diritto medievale e moderno dell’Università degli Studi di Brescia. 

Il dipartimento di Giurisprudenza accoglie infine un ospite d'eccezione: l'imprenditore e cavaliere del Lavoro, Giovanni Rana, che potrà testimoniare la sua esperienza di sinergia generazionale realizzata con straordinario successo grazie al figlio, Gian Luca Rana

Profondamente rivisitata nei contenuti e nel modello di preparazione accademica, la seconda edizione del master si è concentrata sull’analisi dettagliata anche della legislazione dedicata ai beni culturali e dell’affidamento fiduciario delle opere d’arte, temi di grande attualità.

Ampio spazio è stato riservato alle operazioni straordinarie, con approfondimenti sui profili fiscali rilevanti ai fini del passaggio generazionale, sul welfare aziendale e sul mondo delle piccole-medie imprese, dalle diverse modalità di finanziamento alla quotazione in Borsa. 

Dedicato ai professionisti dell’ambito economico-finanziario e giuridico, il master ha privilegiato la formazione di una figura professionale specializzata capace di fornire consulenza qualificata nelle tematiche legate alla gestione e al trasferimento dei patrimoni attraverso l’acquisizione di competenze procedurali, giuridiche, tecniche e strumentali delle soluzioni a disposizione. 

Il master sulle normative civilistiche e fiscali ha avuto una durata biennale (dal 12 Gennaio 2018 al 25 maggio 2019), strutturato in formula week-end (venerdì e sabato mattina dalle 9,00 alle 13,00 e venerdì pomeriggio dalle 14,30 alle 18,00), presso la sede del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Brescia, a Palazzo Calini. 

Il Master è stato frequentato da figure con spiccate competenze provenienti principalmente dal mondo della consulenza finanziaria e da professionisti, che hanno superato brillantemente gli esami, in diversi casi anche con la lode. 

“Con la conclusione della seconda edizione del Master di secondo livello sulla governance del patrimonio e del passaggio generazionale", commenta Giuseppe Corasaniti del dipartimento di Giurisprudenza, "abbiamo voluto proporre un nuovo modello di preparazione accademica orientata alla creazione di una figura professionale specializzata, in grado di svolgere una qualificata attività di consulenza nelle tematiche legate alla gestione e al trasferimento dei patrimoni sia inter vivos sia mortis causa, proponendo le soluzioni più appropriate alle esigenze degli interessati".

“Occorre sviluppare competenze professionali per affrontare al meglio il delicato tema della successione nelle imprese”, spiega Paolo Martini di Azimut Holding, “e il passaggio generazionale sarà uno degli argomenti principali che porteremo all’attenzione dei 10 mila imprenditori che parteciperanno all’evento Azimut Libera Impresa Expo organizzato il 29 e 30 ottobre a Milano Rho Fiera". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo