private equity

Mirabaud entra nel capitale della maison di gioielli Mauboussin

L'operazione è stata eseguita attraverso Living Heritage, il veicolo di private equity della società di investimenti. Mirabaud va ad affiancare il gruppo Gallerie Lafayette e Alain Némarq

 Mirabaud entra nel capitale della maison di gioielli Mauboussin

(credits: Montre24)

Lionel Aeschlimann, managing di partner di Mirabaud, Renaud Dutreil, presidente della divisione private equity, e Luc-Alban Chermette, fund manager, annunciano l’ingresso del veicolo di private equity Living Heritage dedicato alle “Imprese del patrimonio vivente” nel capitale della maison di gioielli parigina Mauboussin, al fianco del gruppo Galeries Lafayette, che ne diventa l’azionista di maggioran­za, e di Alain Némarq, titolare di una quota significativa che ha guidato la società dal 2002. 

Il gruppo Galerie Lafayette è un player di primo piano nel mercato del lusso e dello stile di vita e siamo convinti che la maison Mauboussin sfrutterà appieno ciò che i suoi nuovi azionisti possono offrire (Aeschlimann, ceo Mirabaud)

Fondata nel 1827, portata all’apice dell’arte orafa e dello stile dalle successive generazioni della famiglia, Mauboussin è sempre stata associata al lifestyle francese e si è sviluppata con successo sotto la guida dell’attuale ceo, Némarq.

Mauboussin si inserisce perfettamente nella politica di investimento della divisione di private equity di Mirabaud Am che mira a sostenere le classiche maison francesi ed europee del lusso. Questo investimento è subordinato all’approvazione delle competenti autorità per la concorrenza francese. 

“Il gruppo Mirabaud, il cui primo fondo di private equity si rivolge alle imprese del patrimonio vivente, è lieto di collaborare con imprenditori dinamici attraverso questo cambiamento nella struttura azionaria di Mauboussin", dice Lionel Aeschlimann (in foto). "Il gruppo Galerie Lafayette è un player di primo piano nel mercato del lusso e dello stile di vita e siamo convinti che la maison Mauboussin sfrutterà appieno ciò che i suoi nuovi azionisti possono offrire”.

“Dopo l’investimento in Le Coq Sportif, uno dei marchi sportivi più antichi di Francia, l’impegno in Mauboussin riflette la fiducia che nutriamo nelle capacità di innovazione e crescita internazionale delle aziende francesi radicate nella nostra storia", aggiunge Renaud Dutreil. "Siamo altrettanto lieti di stabilire, tramite questo investimento, un legame con il gruppo Galeries Lafayette, che ha consentito a tanti marchi francesi di avere accesso a una vasta clientela internazionale, ma anche di ribadire la nostra fiducia nei confronti di Alain Némarq, che ha dato un contributo fondamentale al successo della maison”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo