Quantcast

rinnovo contrattuale

Bancari e Abi verso una cabina di regia condivisa sul Fintech

L'impatto delle nuove tecnologie sui processi di lavoro è al centro del tavolo tra l'Associazione dei banchieri e le rappresentanze sindacali. Soddisfatti con riserva Unisin Confsal e First Cisl

Bancari e Abi verso una cabina di regia condivisa sul Fintech

Ieri i sindacati dei bancari e Abi si sono incontrati per discutere di rinnovo contrattuale. Le parti si sono salutate con un'intesa per la creazione di una cabina di regia per disciplinare l’innovazione digitale e i suoi effetti sul lavoro nel settore. Le basi del nuovo organismo verranno gettate durante il prossimo tavolo di confronto, previsto il 30 luglio prossimo.

"Sia chiaro che questo deve essere un contratto di svolta, il tempo dei temporeggiamenti è finito: troppi istituti sono ormai obsoleti e superati dai tempi e occorre costruire un nuovo Contratto in grado di tutelare l'intera categoria, disciplinando in modo forte e non derogabile nuovi mestieri e nuovi  processi". Così il segretario generale di Unisin Confsal, Emilio Contrasto (il primo in foto) al termine dell'incontro odierno tra sindacati del credito e Abi sul rinnovo del Ccnl.

"E' necessario è entrare nel vivo delle questioni e chiarire le  posizioni di Abi rispetto alle richieste sindacali", prosegue  Contrasto. "I temi della piattaforma rivendicativa", avverte, "sono  tutti centrali. Nessuno, infatti, pensi che la trattativa possa  risolversi solo portando a casa qualche spicciolo e poco altro o con strane compensazioni tra istituti contrattuali".

"Area contrattuale, innovazione tecnologica, cabina di regia sugli impatti dei processi di digitalizzazione, limiti alle  esternalizzazioni, tutele, diritto alla reintegrazione in caso di  licenziamento illegittimo, rivendicazione economica, welfare, assoluta ed inequivocabile repressione delle pressioni commerciali indebite, partecipazione dei lavoratori alla governance aziendale: il segreto del grandissimo successo tra i lavoratori della nostra piattaforma sta nell'alchimia che tiene insieme tutti questi aspetti", incalza infine Contrasto.

Sulla stessa linea d'onda anche il segretario generale di First Cisl, Riccardo Colombani (il secondo in foto). L'intesa tra sindacati e ABI sulla creazione di una cabina di regia dedicata all'integrazione del fintech nei processi lavorativi è per il segretario "un passo significativo in direzione di un maggiore coinvolgimento dei lavoratori attraverso le loro rappresentanze, un tema che per la Cisl riveste da sempre un’importanza fondamentale".

"La partecipazione dei lavoratori alla gestione delle imprese", continua Colombani, "è prevista dall’articolo 46 della Costituzione e rappresenta un obiettivo di fondo della nostra azione sindacale”. Per questa ragione la cabina di regia “non dovrà limitarsi ad una funzione di pensatoio, ma dovrà superare la logica dell’osservatorio per caratterizzarsi come un organismo bilaterale vero e proprio. Al suo interno andranno infatti individuate le linee di indirizzo che le banche saranno chiamate a seguire per governare gli effetti dell’introduzione delle nuove tecnologie digitali”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo