asset management

Euromobiliare Advisory Sim, tra processi d'investimento rinnovati e nuovi professionisti

La società punta su trasparenza, gestioni differenziate e analisi di mercato e nel frattempo potenzia il team di gestione. Tra i recenti ingressi il chief of portfolio management, Alessandro Fabbri

Euromobiliare Advisory Sim, tra nuovi processi d'investimento e nuovi professionisti

Euromobiliare Advisory Sim ha avviato un totale rinnovamento del processo di investimento. In particolare è stata rafforzata la trasparenza nell’allocazione dei portafogli con un importante utilizzo dei titoli e degli strumenti passivi (Etf e Fondi passivi) e una conseguente migliore capacità di comunicare ai banker, ai consulenti e alla clientela finale le scelte di portafoglio.

Lo scopo è ricercare le migliori opportunità con una più ampia flessibilità gestionale, utilizzando al meglio le competenze tecniche interne ed esterne (Zanetti, direttore generale)

In secondo luogo, è stata incrementata la differenziazione tra stili gestionali total return e a benchmark e tra profili di rischio. Inoltre, vi è stato un consolidamento dell’approccio di portafoglio “core-satellite”, valorizzando ancora più puntualmente le scelte strategiche e tattiche di mercato.

In dettaglio, la società ha avviato a fine 2018 un assessment sul processo di investimento con il supporto di Mc Advisory, guidata da Raimondo Marcialis, per definire in modo più puntuale le sinergie tra gestori, analisti interni ed esterni alla società e realizzare scelte di portafoglio ancora più efficaci e consapevoli in termini di rischio/performance. A fine marzo è stato realizzato il “kick-off” delle attività realizzative del nuovo processo di investimento che si completeranno a novembre 2019. 

“L’obiettivo è proseguire la strategia di innovazione dei servizi offerti, evolvere il processo di investimento ed innalzare presidio e standard qualitativi dei portafogli proposti alla clientela”, ha dichiarato Gianmarco Zanetti (in foto), direttore generale di Euromobiliare Advisory Sim.

“Con il nuovo processo di investimento”, ha proseguito Zanetti, “si passa da un asset allocation tradizionale al risk based approach, un metodo più moderno e basato sullo studio dei fattori di incertezza presenti sui mercati, sull’analisi di tutte le componenti di rischio presenti all’interno di un portafoglio con la conseguente definizione dell’allocazione delle risorse nelle diverse asset class di investimento.

Il team di gestione di Euromobiliare Advisory Sim oggi conta otto professionisti, di cui sei nuovi senior portfolio manager, tra i quali il nuovo chief of portfolio management, Alessandro Fabbri 

Lo scopo è ricercare le migliori opportunità con una più ampia flessibilità gestionale, utilizzando al meglio le competenze tecniche interne ed esterne e monitorando puntualmente e consapevolmente i rischi in funzione del profilo scelto dal cliente”, ha concluso Zanetti.

Tra fine 2018 e inizio 2019, la società ha inoltre investito fortemente per consolidare il team di gestione assumendo nuove competenze per rafforzare le capacità di scelta e di allocazione sui mercati finanziari. Il team di gestione di Euromobiliare Advisory Sim oggi conta otto professionisti, di cui sei nuovi senior portfolio manager, tra i quali il nuovo chief of portfolio management, Alessandro Fabbri (il secondo in foto), che vantano importanti esperienze in primari player come Fideuram Sgr, Zenit Sgr e Epsilon Sgr. L’obiettivo di tale rafforzamento è quello di avere un team con attitudini ed approcci differenziati nelle scelte di gestione: fondamentali, quantitativi, tecnici e di asset allocation. 

Euromobiliare Advisory Sim è stata la prima Sim di consulenza indipendente attiva in Italia facente capo ad un gruppo bancario. La società, che attualmente gestisce patrimoni per oltre 6,4 miliardi di euro, in forza anche dell’ultima delega di gestione ottenuta da Banca del Piemonte, è iscritta all’albo delle sim da fine febbraio 2018 ed è autorizzata dalla Consob all’esercizio dei servizi di investimento di gestione di portafogli, di consulenza indipendente e di ricezione e trasmissione ordini.

La sim è di supporto a tutte le reti del gruppo a marchio Credem ed Euromobiliare (in particolare private banking e consulenti fuori sede, ma anche le filiali) sul fronte del servizio di gestione dei patrimoni e della consulenza finanziaria. La società è attiva inoltre nell’erogazione di servizi nell’ambito del corporate&family business, assicurativi, del settore immobiliare e in arte, mediante anche importanti collaborazioni con studi professionali e partner esterni. Inoltre fornisce servizi fintech di “robo assistance” in digitale.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo